questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La rivelazione di Cannes è Nicolas Winding Refn

Attualità

24/05/2011

In realtà, Nicolas Winding Refn, 40anni, lavora da molto tempo e ha già dimostrato il suo talento nei lungometraggi realizzati. Però si sa, arriva il momento in cui se ne accorgono tutti ed è gloria! Strameritata nel suo caso. Per il regista danese è stato il Festival di Cannes, il suo portafortuna, dove era in concorso con Drive interpretato da Ryan Gosling per il quale ha vinto la Palma d’Oro per la Migliore Regia.

Su vari quotidiani si parla di lui, come la vera sorpresa della manifestazione francese, avendo realizzando un bellissimo film di genere. E questo è senz’altro un grande merito. “Sono quello che si dice il perfetto prototipo del bravo ragazzo ebreo. - ha dichiarato Winding RefnNon fumo, non ho il vizio delle droghe e non bevo alcolici”. Poi, come in molti hanno notato, vedi i suoi film e capisci che si sfoga attraverso quelli... dove gronda sangue da tutte le parti, le morti sono terrificanti e le vendette spietate. Refn ha già girato otto film in stile pulp, molto apprezzati, tra i fedeli del genere che, nonostante le dovute differenze, lo hanno anche comparato a Quentin Tarantino.

Per ripercorrere brevemente il suo iter, Nicolas Winding Refn è danese ma all’età di dieci anni si trasferisce con la famiglia a New York e in seguito si iscriverà alla American Academy of Dramatic Arts dalla quale viene presto espulso. Tornato nel suo Paese supera l’esame per l’ammissione alla scuola di cinema Danske Filmskole ma poi non la frequenta. Quindi tanto tranquillo forse non lo è... Da autodidatta inizia a girare il suo primo film che è Pusher che poi ha dato vita ad una trilogia, visto il successo ottenuto. Il secondo film è Bleeder che, come capite dal titolo ‘sanguina’ – non ha una trama da commedia - e approda alla Mostra di Venezia del 1999. Come pure a Venezia arriva Valhalla Rising, presentato Fuori Concorso, e diventato il film culto del 2009, con protagonista il grandissimo Mads Mikkelsen.

Prima di Valhalla Rising, di cui veramente tutti parlavano alla manifestazione veneziana, ha girato con l’eccezionale Tom Hardy, Bronson, una storia vera e terrificante su un giovanissimo prigioniero inglese che – con una vita passata in galera – la modella sulla misura del suo mito: Charles Bronson.

Ora il grande sodalizio con Ryan Gosling. Se Drive è riuscito così bene è perché Gosling è un fan di Refn e lo ha cercato e gli ha proposto il progetto e anche perché tra i due è nato un grande amore. C’è una tale sintonia che gireranno insieme un altro film Logan’s Run, annunciato remake dell’omonimo film di fantascienza del 1976 da molto tempo in cantiere, cui il danese è approdato dopo che una lunga serie di registi vi erano stati associati per poi abbandonarlo.

Prima però, esattamente a partire dal mese di agosto, Refn sarà in Thailandia per girare quello che ha definito come il suo “western contemporaneo”, un film intitolato Only God Forgives, la cui trama vede protagonista un uomo in fuga dalla polizia britannica che a Bangkok gestisce una palestra di thai boxe che usa come copertura per un giro di traffico di droga, e che dovrà fare i conti con il suo passato. Protagonisti Luke Evans e Kristin Scott Thomas.

E, come già annunciato da Cannes, Nicolas Winding Refn e Ryan Gosling starebbero già pensando ad un sequel di Drive.

Se non lo conoscevate già, segnatevi il nome, questo è un grande regista e ne parleremo presto nei tempi a venire...

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA