questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La Quinta volta del Mercato Internazionale del Film di Roma

Attualità

25/10/2010

Si apre giovedì 28 ottobre - contemporaneamente al Festival Internazionale del Film di Roma -  la quinta edizione del Mercato Internazionale del Film diretto da Roberto Cicutto: produttori, compratori e venditori di tutto il mondo si danno appuntamento nella capitale, a Via Veneto e dintorni, per The Business Street e New Cinema Network.

Il Mercato Internazionale del Film - The Business Street, coordinato da Diamara Parodi Delfino e Sylvain Auzou, è il mercato vero e proprio, il luogo d’incontro tra chi vende e chi compra film, e offre proiezioni professionali, una videolibrary e, il 29 e 30 ottobre, una selezione di anteprime della più recente produzione nazionale chiamata Italian Screenings, con 27 titoli. Professionisti ed esperti saranno anche invitati a confrontarsi sulle tematiche più attuali dell’industria internazionale, dalle nuove tecnolgie ai new media.

Fabbrica dei Progetti - New Cinema Network, coordinato da Lucia Milazzotto, è invece il mercato di co-produzione del festival dove autori selezionati tra i talenti internazionali più interessanti del panorama cinematografico indipendente trovano il luogo ideale per presentare i loro nuovi progetti ed entrare in contatto con i più importanti esponenti dell'industria cinematografica europea. Il 42% dei progetti selezionati da NCN nel corso delle passate edizioni, infatti, sono ad oggi film completati o in fase di riprese o post-produzione (solo per citarne alcuni: L’Uomo che verrà di Giorgio Diritti, Simon Konianski di Micha Wald, Life in One Day di Mark de Cloe, Illegal di Olivier Masset-Depasse e La Mirada Invisible di Diego Lerman selezionati alla Quinzaine des Réalisateurs 2010, Il canto di Paloma di Claudia Llosa, Orso d’Oro a Berlino nel 2008). Quest’anno saranno presentati 29 progetti provenienti da 16 paesi. Due le sezioni: Focus Europe, dedicata a 15 progetti di opera seconda di registi europei emergenti e Circuit con 13 progetti provenienti da tutto il mondo che siano in una più avanzata fase di sviluppo. Sono oltre 120 le società di produzione che prenderanno parte ai tre giorni di incontri di co-produzione.

Il 30 ottobre, nell’ambito di NCN in collaborazione con gli EFA, sarà inoltre annunciato il vincitore del Prix Eurimages al miglior produttore Europeo, che verrà poi assegnato durante gli European Film Awards 2010 a Tallin.

Una novità è costituita quest’anno da Industry Books, un’iniziativa finalizzata alla costruzione di un ponte tra editori e produttori cinematografici. Visto il progressivo intensificarsi dei rapporti tra l’industria del libro e quella audiovisiva, di cui il costante aumento di film o di opere televisive tratte da romanzi o racconti letterari è segnale evidente, si è deciso di offrire ai produttori partecipanti una selezione di storie con forti potenzialità per l’adattamento cinematografico. Il 31 ottobre 13 editori introdurranno altrettanti libri durante una breve presentazione pubblica seguita da incontri one-to-one pre-organizzati.

Un’altra novità è la consegna, il 31 ottobre, dell’Eurimages co-production development Award: da quest’anno il Fondo Europeo del Consiglio d’Europa, Eurimages, ha deciso di schierarsi al fianco di tre tra quelli che sono considerati dall’industria i più importanti ed efficaci mercati di co-produzione europei (New Cinema Network di Roma, Cinemart di Rotterdam, Cinelink di Sarajevo) e quindi di assegnare in ciascuno di essi un premio di 30.000 euro destinati allo sviluppo del miglior progetto.

Da segnalare infine che il 31 ottobre per la prima volta la European Film Promotion porterà al Festival di Roma tre attori emergenti europei scelti tra quelli proclamati Shooting Star al Festival di Berlino 2010: ci saranno, con i film per quali sono stati premiati, l’italiano Michele Riondino, la finlandese Pihla Viitala e la croata Zrinka Cvitešic.

I NUMERI DEL MERCATO
The Business Street
proietterà dal 28 ottobre al primo novembre 141 film, tra cui 40 anteprime di mercato, per oltre 770 tra compratori, venditori e professionali accreditati. 27 di questi film fanno parte della sezione Italian Screenings (29 e 30 ottobre) riservata a pellicole  italiane di recente produzione.
I buyers sono 304 (280 nel 2009) di cui 179 internazionali e 125 italiani. I sellers sono 96 (90 nel 2009) di 64 società provenienti da 14 paesi.
I dati, aggiornati ad oggi, sono suscettibili di minimi cambiamenti.
Tra i titoli del mercato ci sono: LE COSE CHE RESTANO di Gianluca M. Tavarelli con Paola Cortellesi e Claudio Santamaria venduto da Rai Trade; LITTLE WHITE LIES di Guillaume Canet con Marion Cotillard, François Cluzet, Benoit Magimel (Europacorp); MAN AT BATH di Christophe Honoré con François Sagat e Chiara Mastroianni (Le Pacte); THE BIG PICTURE di Eric Lartigeau, con Romain Duris, Catherine Deneuve, Niels Arestrup (Europacorp); BURKE & HARE di John Landis (Ealing Studios); UNA VITA TRANQUILLA  di Claudio Cupellini con Toni Servillo (Beta Cinema); GANGOR di Italo Spinelli (BiBi Film Tv); LA SCUOLA E’ FINITA di Valerio Jalongo con Valeria Golino (Adriana Chiesa Enterprises); IL PADRE E LO STRANIERO, di Ricky Tognazzi con Alessandro Gassman e Ksenia Rappoport  (Intramovies).
Tra i professionali accreditati figurano rappresentanti di: Cinefondation, Sundance Film Festival, Berlinale, Screen Institute Beirut, 100 autori, Catalan Film & Tv e di 23 istituti per la promozione del cinema europeo.

Nelle foto: L'esterno dell'Hotel Majestic di Roma e Marion Cotillard, Guillaume Canet, Gilles Lellouche per Little White Lies

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA