questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La Penna di Hemingway gia’ selezionato da sette Festival Europei

Attualità

22/09/2011

Ottimo riscontro di pubblico e critica per il cortometraggio “La penna di Hemingway” di Renzo Carbonera, presentato l’8 settembre scorso da Maremetraggio, Studio Universal e Giornate degli Autori – Venice Days alla 68° Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia. E ora il corto diretto da Renzo Carbonera con Sergio Rubini, Christiane Filangieri, Francesco Barilli e Cosimo Cinieri, che verrà proposto in tv, in prima visione, su Studio Universal lunedì 26 settembre alle ore 20.40, all’interno del magazine “A noi piace corto”, si appresta a proseguire il suo cammino all’interno di numerosi festival italiani e europei.

E’ stato infatti già selezionato da sette festival: il londinese Raindance Film Festival, che a livello europeo è la più nota manifestazione dedicata al cinema indipendente, il greco Naoussa Film Festival e gli italiani I’ve seen a film (Milano), Margherita Short Movies Film Festival (Puglia), Novara Cine Festival e Bolzano Short Film Festival.

Prodotto dall’Associazione Maremetraggio in associazione con Sissy Entertainment e con la collaborazione di Esperimentocinema, con il contributo del Comune di Lignano e della Friuli Venezia Giulia Film Commission, il corto, distribuito in Italia da Studio Universal, è tratto dall’omonimo racconto dello scrittore e giornalista Pietro Spirito, che ha collaborato anche alla sceneggiatura, e si ispira alla storica visita che il 15 aprile del 1954 Ernest Hemingway fece a Lignano. Quel giorno segnò il destino della suggestiva località dalle “sabbie d’oro”.

Questa la sinossi dell’opera: Le cose ti rendono dipendente e fragile. Claudia (Christiane Filangieri), giovane e affermata concertista, lo scopre quando torna a Lignano per la morte del padre che non vede da anni e si imbatte nel mistero di una penna appartenuta ad Hemingway. Preda di una curiosità insanabile Claudia si lancia in una ricerca di oggetti e persone parte di un passato misterioso, tutto da ricostruire: avrà al suo fianco un burbero oste del posto (Sergio Rubini). E mentre il racconto si complica, assumendo tonalità noir, sullo sfondo scorre la storia della cittadina balneare friulana con le sue metamorfosi, dagli albori in bianco e nero degli anni ’50 alla modernità di oggi.

NELLA FOTO: il regista Renzo Carbonera e l'interprete Christiane Filangieri

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA