questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La paura mangia l’anima: Persécution di Patrice Chéreau

05/09/2009

Dopo avere regalato al Lido una magnifica Isabelle Huppert in Gabrielle (2005) che quell'anno vinse un Leone d'Oro Speciale per il suo straordinario contributo al cinema, torna a quattro anni di distanza Patrice Chéreau (La Regina Margot) con la sua nuova opera, in concorso, Persécution, interpretata dai magnifici Romain Duris, Charlotte Gainsbourg e Jean Hugues Anglade.

 

Odio e amore. Su questo ossimoro sembra essere costruita la relazione tra Daniel (Duris, che si riconferma tra i migliori talenti del cinema attuale) e Sonia (una sempre superba Gainsbourg, assente a Venezia perché sta girando in Australia), un legame molto stretto da cui l'uomo non riesce a prendere le distanze. Daniel che è un capo-cantiere, si occupa di sistemare appartamenti, scopre un giorno un intruso nell'edificio in cui sta lavorando. Quest'uomo (Anglade) senza nome lo assilla e gli dichiara di amarlo.

 

Questa strana presenza mette a repentaglio ancora di più il già precario equilibrio del protagonista e farà crollare definitivamente la sua relazione con Sonia. Ma chi è in realtà il misterioso incursore? E qual è la vera natura del rapporto tra Daniel e Sonia? "Per me - ci dice il regista francese - Daniel è una persona come tutti noi. Non è un uomo particolare o con particolari problemi. E' il ritratto di un uomo normale invaso dalle paure, dalla follia, dalla disperazione che colpisce l'esistenza di tanti esseri umani. E' uno di cui conosco bene il dolore e l'ho voluto raccontare".

Scritto da ADMIN
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA