questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La parola ai protagonisti dei film in uscita questa settimana!

Attualità, Interviste, Personaggi

19/03/2013

Uno dei film più attuali visto il momento storico che viviamo è l’uscita – ricordandoci che si tratta di una commedia – di Benvenuto Presidente! film di Riccardo Milani con protagonista Claudio Bisio. Un uomo che si chiama Giuseppe Garibaldi e che vive in uno sperduto paesino del Piemonte, con un grande amore per la pesca, viene eletto – per inciuci politici – Presidente della Repubblica Italiana. Prelevato e portato al Quirinale tutto il Parlamento è sicuro che – come il povero carbonaio ne Il Marchese del Grillo – rimarrà talmente scioccato dall’evento che rinuncerà alla carica. Ma le cose non andranno in questo modo. Intervistato da Primissima, Claudio Bisio, ci ha raccontato: “E’ un’idea nata tre anni fa da Nicola Giuliano della Indigo Film, ed era prevalentemente basata sullo scambio/scherzo fatto al mio Peppino Garibaldi. Poi in tre anni questo Paese è cambiato moltissimo, all’inizio Grillo era un mio collega ora non più, quindi abbiamo rimesso mano alla sceneggiatura per allontanarci da quello che sta avvenendo cercando di mettere in evidenza che i corrotti, gli scorretti, e i magnaccioni non sono solo i politici ma che ognuno di noi si deve fare un esame di coscienza e partendo dal suo quotidiano cambiare le cose e vivere in modo onesto. Non ci stiamo all’idea di tutti a casa, o i politici sono tutti uguali, loro hanno responsabilità immense questo è fuori discussione, ma noi siamo sicuri di avere la coscienza a posto?”.

Chi ha amato il Pedro Almodòvar delle sue prime pazze ed irresistibile commedie come L’indiscreto fascino del peccato andrà a nozze con Gli amanti passeggeri, un film lisergico, delirante, colorato ed irriverente su un gruppo di persone che si ritrovano su un aereo in avaria. L’umanità che ospita il velivolo è veramente bizzarra e variegata, dal serial killer, alla dominatrice di uomini, dalla zitella depressa, all’attore famoso in fuga da una notorietà che sta svanendo… Per non parlare poi dell’equipaggio, ancora più folle dei passeggeri. “Moltissime persone mi hanno chiesto, girando per Madrid, un’altra commedia e questa storia mi divertiva molto, perché mi dava la possibilità di avere dei personaggi alle prese solo con le loro parole e di doversi confessare gli uni con gli altri. Una pratica che oggi avviene senza remore solo in televisione. Qui gli schermi sono spenti e la gente deve interagire per confessarsi e raccontarsi gli uni agli altri. E’ un film sul potere delle parole”, ci ha detto il regista quando è venuto a Roma a presentare il suo nuovo lavoro.

I Croods è il nuovo film di animazione diretto da Chris Sanders e Kirk De Micco che ha come  protagonisti una famiglia di cavernicoli. Grug è il capofamiglia, profondamente attaccato alle tradizioni per nulla incuriosito dal mondo, gli interessa solo che la figlia Hip rimanga al suo fianco con la moglie e la nonna bicentenaria. Quando sulla loro strada si metterà Guy, un ragazzino che conosce il fuoco e che cammina con le scarpe, il giovane cercherà di modernizzare la famiglia di Grug. Chiaramente il patriarca non ne vuole sapere ma la figlia Hip è al settimo cielo e non ne può più di stare rinchiusa nelle caverne, il suo desiderio è partire alla scoperta di tutto ciò che li circonda. Chris Sanders ci ha raccontato al proposito: “I Croods è un film che in chiave divertente e di animazione parla della paura del cambiamento, che vale per quell'epoca, come per quella di oggi, la paura dei figli che crescono, di cambiare abitudini, lavoro, casa. Tutte cose che prima o poi bisogna affrontare".

La Madre è un magnifico horror prodotto da Guillermo del Toro e diretto da Andres Muschietti. Protagoniste due bambine che per cinque anni sono sparite. Vengono ritrovate e nessuno sa come abbiano fatto a sopravvivere per tutto quel tempo. Lo zio e la fidanzata si occuperanno di loro ma da quel momento una presenza molto malvagia si manifesterà, utilizzando le due piccole, per portare tutti alla pazzia. Muschietti ha inviato un video del suo soggetto a del Toro che lo ha trovato molto affascinante e gli ha finanziato il film. “Già nei primi dieci secondi del corto si evinceva la bravura di Andres – ha spiegato il produttore – ha grande capacità di impressionare, è un vero talento".

L’amore inatteso di Anne Giaffetti affronta cosa accade ad un uomo, che a quarant’anni scopre la fede, visto che questa sua esigenza cambia i rapporti con la sua famiglia e con chi lo circonda. "E' un film che gioca con i cliché e i pregiudizi di cui la Chiesa cattolica è spesso oggetto. Si ride garbatamente dei credenti, ma anche di chi ha pregiudizi riguardo alla religione. Certo, il film parla di spiritualità, di ricerca del senso della vita, ma questi temi sono trattati con leggerezza, ironia e senza proselitismo. Ho cercato l'equilibrio tra un tema piuttosto serio e un genere tendente più volentieri verso la commedia", ha affermato la regista.

Su Re è un film sulla vita di Gesù, diretto da Giovanni Columbu, ed interamente girato in Sardegna. “Un film – come ha detto il regista - che racconta i “passi paralleli” del Vangelo, reiterando e intrecciandone le scene, quasi come nel “Rashomon” di Kurosawa, in cui quattro testimoni ricordano e raccontano lo stesso delitto ogni volta in modo diverso. Sullo sfondo della Sardegna rurale e non troppo contaminata dalla modernità è stato possibile affidare la recitazione ad attori non professionisti, estranei ai moduli recitativi del teatro e della liturgia religiosa, i quali hanno parlato nella loro lingua nativa, pronunciando le parole del Vangelo come parole nuove”.

Mea maxima culpa: Silenzio nella casa di Dio è un documentario sui più atroci e orribili casi di pedofilia inflitta su minori da preti pedofili. Il Premio Oscar Alex Gibney ha affermato: “Girare questo documentario è stata dura. Ma ciò che mi ha permesso di farlo è la forza eroica che, quelli che erano bambini e ora sono uomini, hanno trovato nel riuscire a far sentire forte e chiara la loro voce. Alla fine del film mi sono sentito come di aver regalato un po’ di luce dopo le tenebre. La giustizia sta facendo il suo corso ora spetta alla Chiesa andare fino in fondo”.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA