questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La Nazionale degli Attori Action: The Expendables

Attualità

12/08/2010

Il primo settembre arriverà sugli schermi italiani, distribuito da 01 Distribution, l’ultima fatica,- e mai parola fu più idonea -, di Sylvester Stallone: The Expendables ovvero I Mercenari. E il 13 agosto sbarca negli Stati Uniti d’America. Dopo gli ultimi Rocky e Rambo che sono andati piuttosto bene, sia a livello di pubblico che di critica, Stallone ha ancora molto da dire e per quanto riguarda questo film possiamo dichiarare che nessuno prima d’ora aveva pensato di realizzare una pellicola mettendo insieme un numero così elevato degli eroi action più famosi del mondo.

E Stallone c’è riuscito – anche se gli dispiace che Kurt Russell, Van Damme, Steven Seagal non ci siano – non si può di certo non dire che il cast lascia di stucco: Sylvester Stallone, Jason Statham, Jet Li, Dolph Lundgren, Eric Roberts, Bruce Willis, Mickey Rourke, Arnold Schwarzenegger, Randy Couture, Terry Crews, Steve Austin.

 

Qualche sera fa a Londra c’è stata la premiere del film e applausi a scena aperta hanno accompagnato una delle pellicole che contiene più sparatorie, accoltellamenti, esplosioni, scazzottate e fughe acrobatiche dell’intera storia del cinema. Il regista, produttore, sceneggiatore e interprete Sly ha dichiarato ai quotidiani: “Non volevamo dare allo spettatore il tempo di annoiarsi. I registi di film di azione oggi tendono a pensare i loro progetti in termini visuali, e sempre più spesso lavorano con la grafica computerizzata, anche per le scene con gli attori. Alla lunga tutto questo è noioso. La vera azione è per uomini veri. Quindi quello che volevo realizzare era un film alla vecchia maniera, non volevo una storia complessa, non volevo argomenti controversi, non volevo nulla di troppo politicamente corretto. Volevo un classico film d’azione, dove ci sono buoni e cattivi e innocenti da salvare. E i cattivi vengono trattati veramente male”.

 

Stallone è talmente soddisfatto del risultato che ha affermato ad un giornalista del Los Angeles Times di essere interessato a proseguire la storia dei suoi mercenari con un secondo capitolo: “Se il film dovesse andare bene al botteghino, avremo più liquidità per finanziare le riprese del sequel... ho già una idea per iniziare a girarlo. La gente pensa che sia facile lavorare ad un sequel, ma non è vero: manca l'elemento sorpresa, la novità. Farò qualcosa di molto radicale, in quel senso”.

 

Stallone ha anche parlato, questa volta a MTV, del biopic su Edgar Allan Poe di cui ha scritto la sceneggiatura ormai da tempo, e che da anni sta pensando di realizzare. In un primo momento (parliamo di anni fa) doveva essere Robert Downey Jr. ad interpretare il celebre scrittore, ma ora che l'attore è diventato una superstar, difficilmente potrebbe tornare a lavorare alla pellicola: “Nel mio film il protagonista era lui, ho scolpito il personaggio pensando a Downey. Ora, forse, dovrei ripensare allo script. Potrebbe essere Johnny Depp. Ci vuole un attore molto speciale per questa parte”. Ma se Robert Downey Jr. ha una schedule impegnata fino al 2020 chissà dove arriva quella di Johnny Depp?! In ogni modo conclude Sly: “Sarò io a dirigerlo, ma non soddisferà mai le enormi aspettative che si sono create. Qualsiasi cosa faccia, farà pena, totalmente. Totalmente! Quando parli di qualcosa per quasi trent'anni, è impossibile che soddisfi le aspettative!”.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA