questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La FESTA esiste e vivrà!

15/09/2008

Dopo il successo di questa II° edizione di CINEMA. Festa Internazionale di Roma nessuno porrà più la domanda Perché una Festa del Cinema a Roma? Come ha ricordato il Maestro Ennio Morricone che ha diretto uno splendido concerto, con l’Orchestra e il Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, prima dell’inizio della Premiazione ufficiale: “Roma ha il diritto di avere una Festa del Cinema e meno male che, dall’anno scorso, si è supplito a questa mancanza”. Importantissima anche la video lettera del movimento dei 100 autori mostrata in anteprima, dove registi, attori, e lavoratori del cinema, famosi e meno famosi (da Riccardo Scamarcio, Paolo Virzì e tantissimi altri) hanno chiesto a gran voce che il nostro cinema venga degnamente sostenuto. Basta con la supremazia della televisione, il nostro Paese deve essere raccontato anche attraverso il cinema che dà lavoro a migliaia di persone. Il cinema è un’industria e come tale deve essere trattato e considerato.

Il Presidente della Fondazione Cinema per Roma, Goffredo Bettini, si è detto “Molto soddisfatto di questa seconda edizione che ha soprattutto la funzione di produrre nuovo pubblico. La cultura innalza l’anima e la gente ha bisogno di questo. I numeri poi sono straordinari, 100mila biglietti tra venduti (più della metà) e accrediti, 7000 accreditati. Quindi questa è la seconda edizione di una lunga serie che verrà sempre più migliorata ascoltando le critiche e i consigli che arriveranno”. Maestri di cerimonia Vincenzo Mollica e Martina Colombari che hanno presentato i vari ospiti che hanno annunciato i vincitori. Cominciamo con Alice nella città dove la categoria K12 (dagli 8 ai 13 anni) ha premiato Canvas di Joseph Greco; mentre la categoria Young Adult ha premiato Meet Mr. Daddy di Kwang Su Park; e infine per il Premio Paolo Ungari – Unicef sezione letteraria di Alice ha vinto il film Ragazzi di camorra di Pina Varriale. Prima dei premi ufficiali ricordiamo che La giusta distanza di Carlo Mazzacurati ha vinto ben due premi collaterali: il Premio L'Orèal Paris a Valentina Lodovini e il Premio Lara (agenti cinematografici) è andato a Giuseppe Battiston.

Per la sezione Première è stato Into the wild di Sean Penn che ha conquistato la giuria messa insieme dalla sponsor Fastweb e il Presidente della Bim (che distribuirà il film nei primi mesi del 2008) Valerio De Paolis ha commentato: “Questo festival ha due anni. E’ come un bambino gioioso e pieno di vita, cerchiamo di averne cura e di farlo crescere bene”.

A seguire i premi ufficiali ricordando che, come da previsione, miglior film è stato giudicato Juno di Jason Reitman, la storia di una ragazzina di 16 anni straordinariamente intelligente che rimane incinta e decide di portare avanti la gravidanza. “Il film ha suscitato un’ondata di emozioni fra i componenti della Giuria e l’accoglienza del pubblico ha reso tale reazione ancora più tangibile. Racconta la storia di un’adolescente alle prese con una gravidanza non desiderata che affronta la situazione in un modo tutto suo. Il personaggio di Juno è egregiamente interpretato da Ellen Page che, insieme agli altri attori del cast, presenta una storia convincente con dei risvolti di humour”. Questa la motiviazione della Giuria, composta da metà italiani e metà europei.

La giuria composta da 50 membri con il suo Presidente Danis Tanovic ha attribuito i seguenti premi:

PREMIO MARCO AURELIO AL MIGLIOR FILM - CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI ROMA

JUNO di Jason Reitman

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA CINEMA. FESTA INTERNAZIONALE DI ROMA

HAFEZ di Abolfazl Jalili

PREMIO MARCO AURELIO ALLA MIGLIORE INTERPRETE FEMMINILE

JANG WENLI per il film And the Spring Comes di Chang Wei Gu

PREMIO MARCO AURELIO AL MIGLIORE INTERPRETE MASCHILE

RADE SERBEDZIJA per Fugitive Pieces di Jeremy Podeswa

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA