questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La Cina è vicina (a Locarno)

16/08/2010

E' ancora una volta un film cinese ad aggiudicarsi il Premio più ambito del Festival di Locarno: la giuria della 63a edizione ha assegnato il Pardo d'Oro ad Han Jia (Winter Vacation) di Li Hongqi. Il film di Li Hongqi ha ricevuto anche il Premio Fipresci della stampa cinematografica e una menzione speciale. Un Premio speciale della Giuria è stato assegnato al rumeno Morgen di Marian Crisan, anche vincitore del Premio della giuria ecumenica, del Premio Don Chisciotte della Federazione internazionale dei cineclub e di un Premio della giuria giovani.

Curling di Denis Côté (Canada) ha ottenuto invece il Premio della regia e il Pardo della migliore interpretazione maschile per Emmanuel Bilodeau. L'unico italiano in concorso, Pietro, di Daniele Gaglianone si è dovuto accontentare del secondo premio della giuria dei giovani. Per quanto riguarda le attrici il Pardo d'oro per la migliore interpretazione femminile è andato è Jasna Duricic per il film Beli Beli Svet. L'unico altro riconoscimento ad un'opera italiana è andato al cortometraggio Diarchia di Ferdinando Cito Filomarino, che è stato scelto per la nomination di Locarno agli European film awards.

Nella competizione Cineasti del presente, il francese Paraboles di Emmanuelle Demoris ha vinto il Pardo d'oro, mentre lo statunitense Foreign Parts di Verena Paravel e JP Sniadecki il Premio speciale della giuria e il Pardo dell'opera prima, ed il cinese Karamay di Xu Xin il Primo Premio della giuria.

Nella sezione Piazza Grande, The Human Resources Manager dell'israeliano Eran Riklis è stato insignito del Premio del pubblico e Rare Exports: A Christmas Tale del finlandese Jalmari Helander ha conquistato il Variety Piazza Grande Award.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA