questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La Carneficina di Roman Polanski arriva nelle sale!

Attualità

13/09/2011

E’ sempre stato il preferito dal pubblico e dalla critica al Festival di Venezia che è appena terminato. Carnage di Roman Polanski è un film sconvolgente, interamente girato in un appartamento con quattro mostri di bravura: Christoph Waltz, Kate Winslet, Jodie Foster e John C. Reilly. Due coppie dell’upper class newyorkese, i loro figli se le sono date di santa ragione, e  loro si incontra per chiarire – civilmente – la vicenda. Una civiltà che, in 79 minuti secchi, arriva alla vera essenza dell’essere umano: la ferocia.

Come tutti oramai ben sappiamo Carnage – che sarà nelle sale da venerdì 16 settembre distribuito da Medusa – non si è aggiudicato nessun Premio. La Giuria del Festival ha stilato un verdetto estremamente cinefilo, dando spazio, a film di autori giovani o più di nicchia. Ma questo poco importa.

Il film ha spopolato, applausi sentiti alla fine delle proiezioni e apprezzamento generale. Difficilmente si incontrava qualcuno al Festival al quale il film di Polanski non fosse piaciuto. Tutto fa pensare che Carnage ha tutte le possibilità e le caratteristiche per andare molto bene nelle sale e cambiare il trend negativo che fino ad ora ha accompagnato le pellicole veneziane già uscite.

Carnage è tratto da Il Dio della Carneficina, pièce teatrale scritta dalla iraniana di adozione parigina Yasmina Reza, grande amica di Polanski, tanto che la sceneggiatura del film l’hanno scritta insieme. Un testo perfetto, per il quale la Reza ha vinto anche un Pulitzer, supportato da quattro performance da brivido.

Come criceti in gabbia. Criceti allo stesso tempo ammaestrati, spaesati, violenti. Così appaiono le due coppie borghesi, peggio dei loro figlioli che si sono picchiati, dato che nel momento in cui cercano di chiarire e risolvere l’increscioso evento la situazione degenera e precipita attimo dopo attimo. Il danno emerge, l’anima violenta e buia infettata di invidie, tensioni e ipocrisie di questi quattro rispettabili esseri umani esplode. Partono le accuse reciproche, gli insulti, le imprecazioni.

Tutto sotto lo sguardo attento e spietato di Roman Polanski che è tornato alla regia dopo il potente L’uomo nell’ombra e dopo gli arresti domiciliari.
Centrando un grandissimo e imperdibile film!

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA