questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

L’uomo che ama le donne

15/09/2008

Inizia con l'inquadratura delle gambe delle donne che misurano la superficie terrestre, citazione del grande François Truffaut nel suo magnifico L’uomo che amava le donne, Il seme della discordia. Il film di Pappi Corsicato, ultimo italiano in concorso, è un omaggio ad un mondo femminile apparentemente bellissimo e perfetto, che in realtà nasconde solitudine e drammi. Ma il tono di Pappi è sempre leggero, perché attraverso la superficialità si arriva alla profondità. Dal 5 settembre nei cinema distribuito da Medusa.

Un film sulla sessualità e la sensualità, un dramma sulla (in)fertilità, “una soap opera acida, surreale, non naturalistica”, come la definisce il regista Pappi Corsicato, o ancora un’opera che racconta “l’orrore del contemporaneo: madri ossessive, figlie occupate, coppie annoiate e distratte dalla carriera”. Il seme della discordia (ispirato al romanzo La Marchesa von O di Heinrich von Kleist, già adattata da Eric Rohmer circa 30 anni fa) segna il ritorno di Pappi Corsicato al cinema 7 anni dopo Chimera e alla Mostra, dove era stato con I buchi neri, poi con I vesuviani. Quando Veronica (Caterina Murino), che ha una boutique in cui lavora la sensuale e grottesca Nike (Martina Stella), scopre di essere incinta, suo marito Mario(Alessandro Gassman) apprende di essere sterile. La gravidanza, non fa che portare al punto di rottura il suo matrimonio già in crisi. I consigli della madre di Veronica (Valeria Fabrizi), che vorrebbe tanto un nipote, e della sua amica del cuore Monica (Isabella Ferrari), madre di quattro figli, non fanno che rendere ancora più ardua la decisione circa un possibile aborto.

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA