questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Joaquin Phoenix disprezza gli Oscar

Attualità

19/10/2012

Sembra di rivedere una scena del film Ecce Bombo di Nanni Moretti: "Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente?". Ma stavolta a mettersi in gioco è l'attore Joaquin Phoenix, considerato uno dei favoriti per la nomination all'Oscar come miglior attore protagonista per la sua interpretazione del film The Master di Paul Thomas Anderson. In una intervista di qualche giorno fa Joaquim ha sparato a zero contro gli Oscar definendoli una "total, utter bullshit". Aggiungendo “Non voglio farne parte. Non ci credo. E' la carota dal peggior sapore che abbia assaggiato in tutta la mia vita. E non la voglio".

Un disprezzo così netto per una istituzione, sicuramente criticabile, ma considerata negli Stati Uniti alla guisa della croce rossa, non poteva non suscitare una miriade di reazioni, per lo più contrariate, ma con alcuni interessanti distinguo sulle conseguenze di questa 'sparata'.

Per gran parte della stampa il bel tenebroso Joaquim, non nuovo ad atteggiamenti platealmente anticonvenzionali, si sarebbe giocato la possibilità di ottenere la nomination, poiché i membri della Academy, colpiti nell'onore, lo depenneranno energicamente da qualsiasi lista.

Per altri invece, della scuola 'chi disprezza, compra', questa uscita apparentemente aggressiva, sarebbe una efficace strategia per vivacizzare la corsa agli Oscar. D'altra parte, questi ultimi fanno notare che il film The Master è distribuito in Usa da Harvey Weinstein, considerato il produttore che ha vinto proporzionalmente più statuette nella storia di Hollywood. Phoenix non sarebbe solo in questa visione sprezzante dell'Academy, vengono citati infatti gli esempi di Sean Penn e di Christian Bale, entrambi vincitori della statuertra rispettivamente per The Fighter e per Milk. Ma nessuno dei due, pur notoriamente non entusiasti, si era mai espresso in modo così aggressivo. A suo parere la corsa agli Oscar in passato gli avrebbe rovinato la vita. Già nominato due volte per Il Gladiatore e per L’amore brucia l’anima, l'esperienza è stata tutt'altro che positiva: "ho passato uno dei periodi più brutti della mia vita. Non voglio vivere un’esperienza simile un’altra volta."

Vincitore della Coppa Volpi al recente Festival di Venezia come miglior attore appunto per The Master, Phoenix sarebbe (il condizionale è d'obbligo) in pole position per la statuetta. Adesso staremo a vedere.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA