questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Joaquin Phoenix a Roma per presentare Vizio di Forma: “Doc Sportello è un personaggio misterioso”

Attualità, Interviste, Personaggi

26/01/2015

Il 26 Febbraio arriva al cinema il nuovo film visionario ed eccentrico di Paul Thomas Anderson, Vizio di Forma. Protagonista Joaquin Phoenix nei panni dello svanito investigatore privato Doc Sportello, che esercita il suo lavoro nella Los Angeles degli anni Settanta. Una visita inattesa della sua ex lo coinvolge in un caso bizzarro che coinvolge ogni sorta di personaggi, surfisti, traffichini, tossici e rocker, uno strozzino assassino, detective della LAPD, un musicista sax tenore che lavora in incognito ed una misteriosa entità conosciuta come Golden Fang, che potrebbe essere solo una manovra per eludere il fisco messa in piedi da alcuni dentisti.

Fin dall’inizio Paul mi ha dato come riferimento delle foto e dei libri di Neil Young come prima fonte d’ispirazione per il mio personaggio. Ma poi ho dimenticato un po’ tutto quello che avevo visto e letto e, con il costumista abbiamo fatto delle prove con un percorso organico durato un paio di mesi” ha raccontato l’attore ospite a Roma per presentare il film alla stampa italiana. Dopo aver lavorato già con Anderson per The Master, il film drammatico presentato anche a Venezia, Phoenix regala una nuova interpretazione intensa e ricca di espressioni per questo adattamento cinematografico del romanzo scritto da Thomas Pynchon. “In The Master ho esteriorizzato il tormento del mio personaggio, mentre qui ho tratto ispirazione dalle espressioni degli attori delle serie tv e dei film di quel periodo storico. Sportello alla fine è un personaggio misterioso” ha spiegato l’attore, aggiungendo: “La prima ispirazione è stata il libro. Ci sono sempre pezzi di me quando interpreto un personaggio. Ho parlato molto con Paul, ma poi ci metto sempre del mio, però senza fare lo sforzo di aggiungere o togliere per forza qualcosa”. 

Sullo sfondo di colori e note che rimandano senza dubbio alle atmosfere della cultura hippie, si alterna un cast stellare che, oltre a Phoenix, presenta Reese Whiterspoon, Owen Wilson, Josh Brolin, Benicio Del Toro e il volto nuovo e convincente di Katherine Waterston. “Nelle scene con Josh (Brolin nei panni del detective Big Foot), non ricordo ci sia stata molta improvvisazione. Il rapporto tra loro due è importante nel libro, quindi era altrettanto importante che trasparisse nel film. Comunque ci siamo divertiti molto sul set” ha raccontato Phoenix, aggiungendo sulla Whiterspoon, con la quale è tornato a lavorare dopo Walk The Line del 2005 che “è un’attrice con la quale mi piace molto lavorare, è molto diretta e non ha peli sulla lingua”. La cultura hippie è al centro del film Vizio di Forma, e tutti i personaggi sono immersi in essa, direttamente o indirettamente. Per la realizzazione sia il regista sia gli interpreti hanno dovuto documentarsi su quel periodo della storia americana, e Phoenix ha dichiarato: “Ho cercato di applicare la mia conoscenza a quello che mi serviva. Ma poi ho dimenticato tutto, come succede per un esame. All’inizio di ogni progetto raccolgo materiale e lo conservo poi in una scatola, e dimentico. A volte riscopro dei libri o degli appunti usati per un film, e non ricordo nemmeno di averli letti”. 

E, alla domanda sul suo prossimo progetto con Woody Allen, ha ironicamente risposto: “Non posso parlarvi del film, ma posso solo dirvi che la scatola già esiste ed è piena di libri di filosofia”. 

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA