questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Jason Bateman da giovane

Personaggi

08/08/2013

Il nuovo volto della commedia americana ha un largo sorriso e una sottile ironia, è Jason Bateman. L'America degli anni '80 è cresciuta con Jason in casa, protagonista di numerose sitcom e serie tv come "La casa nella prateria", "Il mio amico Ricky" e "La famiglia Hogan". Figlio di un'assistente di volo e dello sceneggiatore, produttore e regista televisivo Kent Bateman, sin da subito ha ben chiara l'idea di voler diventare un attore. Quello che stupisce di lui è la normalità e la serenità con la quale ha affrontato l'adolescenza e la maturità in questo mondo, a differenza di quasi tutti i ragazzi che sono stati famosi sin da piccoli e che hanno affrontato i tormenti relativi alla fama e all'assenza di quotidianità, Bateman ha sempre dato l'idea di essere un ragazzo semplice come tutti gli altri. Dopo alcuni ruoli in film tv arriva al cinema con "Voglia di vincere 2" in cui prende il posto di Michael J. Fox, nel ruolo del lupo mannaro teenager fenomeno del basket, ma la strada per il successo è ancora lunga, nel frattempo sposa l'attrice Amanda Anka (figlia del celebre cantante Paul Anka), con la quale ha una figlia Francesca Nora. Torna alla visibilità e alla credibilità nel 2002 affianco a Cameron Diaz nella commedia "La cosa più dolce", per poi partecipare a "Starsky & Hutch" (2004), "Palle al balzo - Dodgeball" (2004) e "Ti odio, ti lascio, ti…" (2006). Quello che la riabilita realmente come attore e lo rende veramente noto al grande pubblico è la sitcom "Ti presento i miei", che interpreta nel ruolo di Michael Bluth, lo porta a vincere un Golden Globe come miglior attore in una serie televisiva comica.
Si presta a varie comparaste come in Scrubs e in una puntata de I Simpson, per alternarsi in ruoli fantasy affianco a Dustin Hoffman in "Mr. Magorium's Wonder Emporium ". Eppure il successo vero tarda ancora ad arrivare, nonostante sia nella pluripremiata pellicola "Juno" che vince il premio Oscar come Miglior Sceneggiatura, e nel blockbuster "Hanccock", ma soltanto quando incontra di nuovo il regista Jason Reitman che lo sceglie per "Tra le nuvole", e ritrova la bellissima Jennifer Aniston e insieme girano la commedia rosa "Due cuori e una provetta" che tutti si ricordano di lui. L'ambiente di Hollywood non lo ama molto, per via del suo sorriso sornione, ma poco importa perché il pubblico ormai non può fare a meno di lui. Con film come "Come ammazzare il capo... e vivere felici" e il prossimo "Io sono tu" in uscita il prossimo weekend si è conquistato di diritto un posto nella comicità americana.

Scritto da Sonia Serafini
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA