questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

James Franco, protagonista a Venezia 68 con il suo Sal!

Attualità, Interviste

19/08/2011

E’ sicuramente uno degli attori hollywoodiani più impegnati del momento, oltre che uno dei maggiori trasformisti. James Franco recita, dirige, dipinge, scrive e si occupa di arte contemporanea. E, nel frattempo, ha un gran successo al botteghino con il suo ultimo film L’alba del pianeta delle scimmie.

Tutto questo non gli impedirà di essere uno dei protagonisti assoluti del prossimo Festival di Venezia. Alla Mostra James Franco presenterà Sal (nella sezione Orizzonti) da lui scritto, diretto e interpretato – anche se non come protagonista – ma con un ruolo molto significativo. Sal è la storia dell’attore Sal Mineo che lavorò in Gioventù Bruciata di Nicholas Ray e che venne ucciso a 37 anni da uno squilibrato.

Infatti, a Venezia, Franco oltre a portare il film presenterà, insieme alla vedova di Ray la copia postuma, restaurata e ricostruita di We Can’t Go Home Again diretto agli inizi degli anni ’60 dal grande regista. In aggiunta, illustrerà anche Rebel, l’installazione di arti visive da lui ideata come omaggio al film del regista di Gioventù Bruciata (Rebel Without a Cause) e realizzata con altri artisti come Harmony Korine, Paul McCarthy e suo figlio Damon e con il sostegno del Museo d’Arte Contemporanea di Los Angeles e di Gucci (di cui Franco è stato anche testimonial in una campagna pubblicitaria di qualche tempo fa).

33 anni, bello, intelligente, sicuramente curioso e intraprendente, James Franco attualmente sta finendo di girare il prequel di Il Mago di Oz diretto da Sam Raimi (con il quale aveva già lavorato nella trilogia di Spider-Man, era Harry Osborn) insieme a Mila Kunis, Rachel Weisz e Michelle Williams. Dopo questo impegno ha tre film indipendenti, molto più piccoli da realizzare e a cui tiene moltissimo.

Per ora però la priorità è Sal, film il cui protagonista è Val Lauren (nella foto sopra la cui somiglianza con Mineo è notevole), un attore di teatro e cinema, mentre lui si è ritagliato il ruolo di Milton Katselas. Da un’intervista sul Corriere Franco ha affermato a proposito del suo ruolo: “Katselas era un regista, un artista multimediale e insegnante di recitazione cresciuto con Strasberg e Kazan, che poi ha formato la Beverly Hills Playhouse. Un personaggio fondamentale per generazioni di attori, tra i quali anche Sal Mineo”. Ricordiamo anche che James Franco ha magnificamente impersonato James Dean in una serie televisiva, star che fece con Mineo Gioventù Bruciata e tra i due vi fu un legame veramente forte e unico.

“Ho voluto realizzare questo film su Mineo – ha aggiunto Franco – perché la sua odissea mi ha sempre affascinato. Suo padre era un emigrato dalla Sicilia. Sal era un ottimo attore, recitò anche in teatro, fu regista ed ebbe successo come musicista. Aveva avuto una giovinezza difficile nel Bronx e poi arrivò una crisi di mezza età che lo portò verso il baratro. La sua parabola fu ardua e quanto mai emblematica e ancora attualissima”.

Sal Mineo, come dicevamo fu trovato morto sulle colline di Hollywood, aveva 37 anni. Si parlò di un omicidio legato alla sua presunta o vera omosessualità ma poi saltò fuori che l’omicida era un balordo e non vi era nulla di 'scandalistico' dietro la sua scomparsa. Un grande attore che ebbe un enorme successo da giovane ma la cui stella bruciò in fretta.

“I temi che affronta il film – conclude Franco – sono frutto di accurate ricerche che parlano del mestiere dell’attore e denunciano fatti simili a quelli accaduti a Sal, che possono distruggere un uomo, la sua carriera e la sua reputazione anche quando sei vivo, non solo quando muori a Hollywood”.

NELLE FOTO JAMES FRANCO E VAL LAUREN SUL SET DI SAL

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA