questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

J.J. Abrams parla di Super 8. E ancora una volta un suo lavoro diventa un fenomeno!

Attualità, Interviste

24/06/2011

Quando si fa il nome di J.J. Abrams per buona parte degli abitanti della Terra si associa subito un titolo: Lost. La serie tv sui sopravvissuti dell'aereo di linea 815 della compagnia australiana Oceanic Airlines, in volo da Sydney a Los Angeles, che si schianta presso un'Isola del sud del Pacifico apparentemente disabitata. Una serie che rimarrà nella storia della tv, un vero caso, un cult, un fenomeno. Un serial che ha lanciato gente come Matthew Fox, Evangeline Lilly, Josh Holloway, Naveen Andrews, solo per fare alcuni nomi, diventati vere e proprie star.

Super 8 è uscito negli Usa il 9 giugno e ha esordito con 35 milioni di dollari al botteghino mentre il budget del film è stato di 50 milioni. Ufficialmente in Italia dovrebbe arrivare nelle sale il 30 settembre, ma oggi il sito Screenweek.it ha affermato che molti fan di Abrams avrebbero spinto per anticipare i tempi e che la data d’uscita sarebbe il 9 settembre. O, forse, il film sarà al prossimo Festival di Venezia, in una proiezione di mezzanotte e quindi l’uscita anticipata avrebbe un altro motivo... Aspettiamo comunicazioni ufficiali e vi faremo sapere.

Diretto, come dicevamo dal prodigio Abrams (Mission Impossible III, Star Trek), e prodotto da un altro super talento Mister Steven Spielberg, Super 8 non ha attori famosi, a parte Elle Fanning (la sorella minore di Dakota, che ha recitato in Somewhere di Sofia Coppola), volutamente, visto che il progetto è di una pellicola low budget, grande omaggio ai film anni ’80  - in particolare a quelli del mentore di Abrams, per l’appunto Spielberg – e ha per protagonisti dei ragazzini.

La storia è ambientata nel 1979 e vede un gruppo di amici che assiste ad un incidente ferroviario mentre sta girando un film in super 8. Da quel momento si verificheranno misteriose sparizioni e strani eventi, con un alieno (figura molto cara ad Abrams, che ha prodotto Cloverfield) di mezzo.

“Ho voluto realizzare Super 8ha affermato il regista – in accordo con Steven, come alcune pellicole anni ’70 e ’80, anche se ho utilizzato tecnologie contemporanee. Ci sono segreti militari che circondano la caccia all’alieno. I ragazzi stavano girando di notte e in segreto la loro pellicola casalinga, lasciano la cinepresa terrorizzati quando un treno esplode, ma le immagini del disastro saranno fermate per sempre sulla celluloide. Sono più giovane di Spielberg e Lucas, essendo nato nel 1966, ma loro sono stati i miei eroi da sempre e averli avuti al fianco, dato che la Industrial Light & Magic di Lucas firma la parte tecnica, è stato un sogno”.

“La cittadina dove si svolge la storia – continua Abrams – è reale e immaginaria allo stesso tempo, ho voluto chiamarla Lillian, come mia nonna perché è stata lei per prima a regalarmi il senso della magia alla base di tanto mio lavoro. Come Steven, io da ragazzo giravo super 8 e quando la mia famiglia si trasferì a Los Angeles creai anche un concorso per i filmini di questo tipo. Ora, con YouTube, i ragazzi che amano il cinema stanno tornando alla creazione di un cinema personale”.

Un consiglio o meglio un avvertimento, non alzatevi dalla poltrona, quando iniziano i titoli di coda dato che sarà possibile vedere che cosa ha ripreso il super 8 dei protagonisti solo da quel momento in poi...

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA