questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Italians, e non facciamoci sempre riconoscere_

21/01/2009

Italians, l'ultimo film diretto da Giovanni Veronesi e in uscita venerdì 23 gennaio per Filmauro, presenta quattro tipologie diverse di italiani. Il primo film (Italians è composto da due film di un'ora ciascuno, Veronesi non ama chiamarli episodi) è interpretato da Sergio Castellitto e Riccardo Scamarcio che trasportano Ferrari tra il Marocco e gli Emirati Arabi. Non sono rivenditori autorizzati e non si sa bene da dove provengano i bolidi. Mentre il secondo film ha come protagonista Carlo Verdone che si reca a San Pietroburgo per un convegno di odontoiatria, lui è un dentista, e viene introdotto in un giro di prostituzione di lusso da Dario Bandiera. L'incontro con signorine, alcolici e locali equivoci è presente anche nel primo film con i due che si avventurano in un bar di Dubai. Quale immagine degli italiani esce da questo film? Italiani brava gente?! Ci facciamo sempre riconoscere?! Certo i luoghi comuni non mancano ma, alla presentazione alla stampa del film, le opinioni dividono veracemente i presenti che hanno idee molto diverse rispetto al concetto di che cosa sia, la nostra (intesa come italiani), identità. "Io volevo raccontare degli italiani - afferma Veronesi - un po' disgraziati. E mi sembra di essere stato anche troppo buono nel ritratto che ne ho fatto, soprattutto rispetto a quelli che ho incontrato in Russia. Detto questo per me, questo film è un omaggio, un messaggio d'amore al mio Paese. Io non vivrei in nessun altro luogo. Perché se è vero che suoniamo al metaldetector in aeroporto più degli altri (come ha sottolineato Beppe Severgnini nella sua rubrica Italians alla quale abbiamo 'rubato' il titolo del film), non è che succede solo perché abbiamo cellulari e catenine ma proprio per la nostra italianità. E' l'italianità che suona, come campanello, per avvertire che ci portiamo dentro e dietro il nostro Paese. Per me gli italiani ovunque vanno lasciano il segno, nel bene e nel male. Abbiamo slanci di generosità che non vedo in altri popoli. Io voglio bene all'Italia, come se fosse una donna di cui sono innamorato".

 

Scritto da ADMIN
Tag: italians
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA