questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Iron Man 2, quando il sequel non ha niente da invidiare all’originale

Attualità, Interviste

08/04/2010


Si sa che fare un secondo film da un grande successo non è impresa facile. Chiedetelo a Christopher Nolan che si è trovato nella stessa situazione per Batman Begins sfornando poi un capolavoro come Il Cavaliere Oscuro e ora è alle prese con una sceneggiatura degna di un terzo episodio. Il 30 aprile per Universal Pictures, esattamente una settimana prima degli Stati Uniti dove esce il 7 maggio, arriva Iron Man 2, un film tratto da un personaggio della Marvel che ha letteralmente conquistato il pubblico nella sua prima versione. I giornalisti americani hanno visto il film e assicurano che questo Iron Man 2 è una seconda puntata della saga, originale, profonda, dove il supereroe è alle prese con una crisi psicologica. Sul quotidiano Il Mattino di oggi Robert Downey Jr. che impersona Tony Stark ovvero Iron Man e il regista Jon Favreau parlano della loro nuova creatura. Il cast è sempre spettacolare oltre a Downey Jr. ritroveremo Gwyneth Paltrow sempre nei panni dell’amata e fidata segretaria Pepper Potts, due nuovi cattivi Mickey Rourke che è Ivan Vanko/Whiplash e Scarlett Johansson ovvero Natasha Romanoff/Black Widow, Don Cheadle che sostituisce Terrence Howard nelle vesti di Col. James 'Rhodey' Rhodes/War Machine, Samuel L. Jackson/Nick Fury, più attori come Paul Bettany e Sam Rockwell.
“Questo film vuole sfatare un pregiudizio
. – afferma il talentuoso Robert Downey Jr. – Quello secondo il quale la storia più interessante, soprattutto quando si tratta di un film tratto da un fumetto, sia la prima. In genere è così perché nel primo film lo spettatore ha la possibilità di vedere crescere il personaggio, il supereroe, inizia a capire chi è, che poteri ha, perché gli sta accadendo qualcosa che è al  di là della comprensione e che riguarda avvenimenti che ne mettono in pericolo la sua stessa esistenza. Ma questa volta sarà diverso”. “Ormai il mondo conosce il mio personaggio – continua l’attore – il miliardario Tony Stark, il potente supereroe conosciuto con il nome di Iron Man. Ora Stark deve affrontare le pressioni del governo, della stampa e del pubblico che vorrebbe far utilizzare la sua tecnologia con l’esercito americano”. Intenzionato a mantenere il segreto Stark si ritroverà a dovere combattere con parecchi nemici, oltre ai famigerati Whiplash e alla Vedova Nera avrà contro anche alti esponenti dell’esercito USA. Quindi Iron Man 2 è un film di grande attualità, il nostro protagonista constaterà gli effetti di una grave crisi energetica globale e di una grave crisi psicologica di identità. Stark dovrà scrutare a fondo il proprio passato, in particolare modo per comprendere meglio la figura del padre. L’aspetto introspettivo affascinava moltissimo il regista Jon Favreau che aveva pensato di far tracollare il suo protagonista in un alcolismo piuttosto distruttivo ma poi è arrivato Hancock e le cose sono cambiate. “I fan del fumetto sicuramente si ricorderanno dell’episodio ‘Demon in a Bottle’ – afferma Jon Favreauuna parte davvero innovativa della storia di Stark ma non volevamo rischiare di fare un remake di Hancock. L’idea del supereroe che ha come nemico più grande se stesso e che combatte contro i suoi stessi demoni è dunque già vista. Ho voluto puntare su qualcosa di più fresco, senza che il mio film sembrasse l’eco di un altro”. E siamo sicuri che c’è riuscito. Ultima battuta alla bellissima Scarlett Johansson che appare con una capigliatura lunga e fulva inguainata in una tuta nera aderentissima sfoderando un sexy accento russo. “Non volevo – ha detto la Johanssonche il pubblico vedesse un’altra dentro quella tuta e quindi mi ci sono strizzata dentro e ho fatto personalmente tutte le scene, anche quelle più rischiose”.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA