questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

IO, SCIENZIATO BUFFO E SPAVALDO

15/09/2008
Prodotta da Claudia Mori per Ciao ragazzi! con Rai Fiction, la miniserie Einstein vanta una regia e un cast d’eccezione. La grande autrice del nostro cinema Liliana Cavani ha scelto Vincenzo Amato – “attore feticcio” di Emanuele Crialese – per il ruolo dello scienziato che ha cambiato la storia, e gli ha affiancato Maya Sansa e Sonia Bergamasco.

Intervista a Vincenzo Amato - Protagonista di “Einstein”

Amato, come si è accostato alla figura di Albert Einstein?

Prima con una grande risata, perché mi sembrava strano che mi offrissero questo ruolo, poi con umiltà e presunzione allo stesso tempo. Presunzione perché sentivo che doveva esserci qualcosa in comune tra me e lui, non l'intelligenza o il talento scientifico, ma un certo modo di guardare la vita e la natura, una gioiosa curiosità.

E’ stato necessario un lavoro di “trasformismo” per ricostruire il personaggio in diverse fasi della sua vita? Come l’ha affrontato?
Con l'aiuto del maestro del trucco Manlio Rocchetti e dei parrucchieri Tamagnini e Mirtillo. Poi ho cercato di interpretare il corpo di Einstein, che era buffo e un po' trascurato, quasi un peso per lui, ma che nello stesso tempo esprimeva la sua spavalderia e la forza del suo pensiero. Ho anche studiato per recitare in inglese con leggero accento tedesco.

Nella fiction, Einstein viene raccontato soprattutto nella sua sfera intima. Chi era l’uomo Einstein?
Era un uomo simpatico, affascinato da tutto quello che lo circondava, curioso e tormentato dalle sue “visioni”: sapeva osservare e capire le forze della natura come un mistico. La maggior parte di noi non distingue un pioppo da un platano, un animale aggressivo da uno impaurito, un pianeta dall'altro; Einstein capiva certe cose con 40 anni di anticipo rispetto al resto del mondo scientifico. Essendo però tormentato da queste visioni, a volte la sua vita di cittadino borghese, di padre e marito era complicata.
Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA