questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Intervista a Madonna per W.E. - Edoardo e Wallis!

Attualità, Interviste

07/06/2012

Tra meno di una settimana sarà a Roma per il primo dei suoi tre concerti italiani del suo nuovo tour. Stiamo parlando della Pop-Star più famosa del mondo, ovvero Madonna, il cui secondo lungometraggio W.E. - Edoardo e Wallis, sarà nei cinema dall'8 giugno. Il film è passato nella sezione Fuori Concorso alla 68° Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia, edizione 2011, e in quell'occasione l'abbiamo incontrata.

 

Ho voluto fortemente fare questo film su Wally Simpson ed Edward VIII – afferma subito Madonna - perché ero completamente coinvolta nel cercare di capire perché quest’uomo avesse rinunciato al potere per l'amore. Volevo investigare, capire il perché... e fare una pellicola su di loro, forse non mi ha dato tutte le risposte, ma sicuramente mi ha chiarito molti aspetti della loro storia e della loro vita che non sapevo. Io sono sempre alla ricerca della conoscenza, di qualsiasi argomento si tratti”.

 

Madonna rinuncerebbe a tutto quello che ha per l’amore di un uomo? “Se rinuncerei al mio trono per un uomo o una donna ??? Penso proprio di no perché i tempi sono cambiati e penso che potrei avere tutto, potere e le persone che amo!”.

 

Quanto è stato complicato realizzare W. E.? “E’ un film che ha richiesto tantissime ricerche, sono state lunghe, mi sono serviti tre anni. Poi ho trovato il cast e poi il team di produzione. Sembra facile ma non lo è davvero, nemmeno per me. Le scelte stilistiche sono state dettate da un esame approfondito dei luoghi che hanno frequentato nel ‘900 Wally ed Edward ma, anche per quanto riguarda il mondo attuale, quello della Wally/Abbie Cornish, insomma la New York dei nostri giorni ho cercato di riprodurre le stesse atmosfere del passato. Sia nel presente che nel passato siamo in atmosfere decadenti, glamour, lussuose, fatte di gente che respira aria rarefatta. Ma, alla quale, non è di certo garantita – per queste ragioni – la felicità”.

 

Qual è il suo rapporto con il cinema visto che ha fatto l’attrice e ha anche sposato due registi/attori? “Ho sempre amato il cinema fin da quando ero bambina e ho avuto la voglia di fare un film mio e, a dire il vero, ne ho fatti due. Ho sposato Sean Penn e Guy Ritchie perché io amo le persone creative. Ecco perché mi sono innamorata di loro perché sono uomini che ti ispirano che ti spingono a fare sempre meglio nel lavoro e nella vita”.

 

Perché ha fatto la scelta di inserire una terza Wally, quella moderna, impersonata dall’incantevole Abbie Cornish per raccontare i due protagonisti del passato? “Perché non volevo assolutamente che ci fosse un solo punto di vista nel film e così ho creato una Wally contemporanea per dire che la verità è soggettiva e che quella di Wally/Abbie è il mio punto di vista sulla storia che racconto. Detto questo ogni spettatore avrà il suo”.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA