questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Interstellar: perché è un evento

Attualità, Eventi

04/11/2014

Non sarà un capolavoro forse, ma di certo Interstellar in uscita giovedì 6 novembre nei cinema di tutto il mondo, ha tutte le carte in regola per essere il film evento dell’anno. Per una serie di validissimi motivi, dalla ricerca scientifica che ne ha modellato gli aspetti fantascientifici, sdoganandoli all’immaginario collettivo, al quadro futuribile di un pianeta distrutto dal sovrasfruttamento e incapace di produrre risorse alimentari indispensabili per la sopravvivenza dell’umanità.
Una situazione apocalittica che rende indispensabile la ricerca disperata di nuovi mondi dove poter dare un futuro all’umanità e di conseguenza mette in moto un equipaggio di pionieri a bordo di un’ astronave che cercheranno di superare le barriere spazio-temporali per raggiungere altre galassie alla ricerca di pianeti abitabili. Siamo molto distanti da Gravity di Alfonso Cuaron, dove la terra vista dallo spazio era ancora il posto migliore dove tornare, e molto vicini invece a 2001 Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, a cui il film si collega idealmente, dove il mondo, la civiltà e la conoscenza sembrava finire, non iniziare, con Hal 9000.
A rendere ancora più esaltante la sfida di Interstellar c’è, oltre alla direzione di un regista visionario e carismatico come Christopher Nolan, uno dei pochi se non l’unico che potrebbe misurarsi con Kubrick, c’è l’ombra lunga di uno dei maggiori astrofisici contemporanei, Kip Thorne, il maggior esperto di tunnel spazio-temporali, buchi neri e onde gravitazionali, che ha collaborato con Nolan (con un credito da produttore esecutivo) sulla simulazione, sia a livello grafico che a livello pratico, del wormhole (tunnel spazio-temporale) che rende possibile l’avventura dei quattro eroici astronauti.
Riuscirà la missione interstellare di Christopher Nolan a darci una speranza per il futuro?

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA