questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Ingmar Bergman: Retrospettiva alla Berlinale 2011

Attualità

08/10/2010

E' dedicata a Ingmar Bergman la retrospettiva del 61° Festival di Berlino. Il leggendario regista svedese, morto nel 2007, ha realizzato circa 60 film e opere televisive, tra cui capolavori universalmente noti come Scene da un matrimonio (1972-73), Fanny and Alexander (1981-82), vincitore di quattro Oscar. Con Il posto delle fragole ha ottenuto un Orso d'oro a a Berlino nel 1958. La retrospettiva è curata da Rainer Rother, direttore artistico della Deutsche Kinemathek-Museum für Film und Fernsehen, e si avvale della collaborazione dello Swedish Film Institute.

Ha lavorato con attori straordinari come Bibi Andersson, Erland Josephson, Ingrid Thulin, Liv Ullmann  e Max von Sydow. "La sua versatilità è straordinaria e lo è anche il suo coraggio nell'infrangere i tabù sociali", secondo il direttore della Berlinale Dieter Kosslick.

Oltre alle opere più note e acclamate dalla critica, come Sussurri e grida o Il settimo sigillo, la retrospettiva cerca anche di riscoprire i suoi film minori, quelli del periodo 1940-50, oltre alla sua opera come sceneggiatore. In programma anche il documentario del connazionale Stig Björkman dedicato alla sua figura umana e artistica.

La Deutsche Kinemathek ospiterà la mostra "Ingmar Bergman - Truth and Lies" nella Filmhaus di Potsdamer Platz a partire da gennaio 2011 con molti documenti anche inediti messi a disposizione dalla Ingmar Bergman Foundation. Due saranno le pubblicazioni legate alla retrospettiva.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA