questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Il protagonista di Tatanka sospeso dalla polizia

05/05/2011

Dopo la sospensione di sei mesi dal corpo di polizia, a causa della mancata richiesta di autorizzazione a partecipare alle riprese del film Tatanka di Giuseppe Gagliardi, l'atleta che presta il volto al protagonista del film, oro mondiale nel 2007 e argento olimpico nel 2008 a Pechino, smentisce la versione ufficiale confermando di aver presentato la sceneggiatura del film, e aggiungendo che poiché  l'autorizzazione non arrivava mai, di aver temuto una  "deplorazione", ovvero l'articolo 7. Che è una dichiarazione formale con conseguenze disciplinari peggiori della sospensione. "Quando abbiamo presentato la sceneggiatura - spiega oggi il pugile - l'autorizzazione del mio dipartimento non arrivava mai. Forse volevano si tagliassero delle scene”.


Quindi nella sospensione dal servizio non c'entrerebbe nulla la scena madre del film in cui un giovane delinquente viene torturato da alcuni poliziotti, fino alla morte. Immagini peraltro che il regista spiega tratte da un episodio realmente accaduto nel 1985, a Palermo. "Il film non c'entra" - rilevano al Dipartimento di Pubblica sicurezza. "Clemente Russo, al quale in passato fu permesso di partecipare al reality 'La Talpa', ha deciso di prendere parte a un'iniziativa per la quale non  era stato autorizzato". Inoltre, a far infuriare i vertici della polizia sembra sia stata l'intervista concessa, anche questa senza autorizzazione dei suoi suoeriori, da Clemente al settimanale Chi, dove il pugile appare in alcuni fotogrammi 'senza veli'.Da qui l'apertura del procedimento disciplinare nei confronti del pugile, che ne ha decretato l'allontanamento per sei mesi. La sentenza è stata accompagnata da una nota molto polemica: "Aver vinto una medaglia alle Olimpiadi non rende Clemente Russo legibus solutus. Come tutti i poliziotti, deve rispettare le regole. Se non lo fa, da esempio positivo diventa un esempio negativo."


Il timore maggiore di Russo, a questo punto, visto che oltre ad essere privato di funzioni e stipendio, è stato anche sospeso dal gruppo sportivo delle  Fiamme Oro, è di rischiare di essere escluso dalle Olimpiadi di Londra che avranno luogo il prossimo anno.

La casa di distribuzione Bolero Film punta, comunque, su Tatanka, secondo film di Giuseppe Gagliardi (La vera leggenda di Tony Vilar) tratto da un racconto pubblicato in ‘La bellezza e l’inferno’ di Roberto Saviano.

La storia ambientata principalmente in Campania racconta la difficile strada di Michele (interpretato dal campione del mondo di boxe Clemente Russo) tra delinquenza e sport.

“Lo riteniamo – ha spiegato Leandro Pesci, direttore commerciale Bolero Film – un grande film italiano. Per questo lo distribuiremo in 189 copie. In Campania saranno 38 le sale per Tatanka: un numero elevato, pari allo stesso numero di copie con cui Gomorra uscì nella Regione”.

Scritto da Giuseppe Gagliardi, Maurizio Braucci, Massimo Gaudioso, Salvatore Sansone, Stefano Sardo il film è prodotto da Margherita Film e Minerva Film in collaborazione con Rai Cinema.

Scritto da Nicoletta Gemmi
Tag: non vi sono tags per questo articolo
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA