questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Il Lato Oscuro. Intervista a Daniele Vicari

26/10/2008

"All'interno del racconto de Il passato è una terra straniera sono contenuti alcuni elementi che ritengo particolarmente importanti per la narrazione cinematografica. Questo è un film che mi ha dato la possibilità di giocare con i generi senza dimenticare l'approfondimento psicologico dei personaggi." Daniele Vicari presenta così il suo terzo film di 'finzione' come regista, dopo il fortunato documentario Il Mio Paese "Questo lavoro ha una vocazione 'popolare': è un thriller psicologico, ma - al tempo stesso - ha rappresentato per me la possibilità di andare a scavare nel profondo dell'animo umano." Interpretato da uno - come al solito - straordinario Elio Germano al fianco di un esordiente di grandissimo talento come Michele Riondino, il film che ha per protagoniste femminili Chiara Caselli e Valentina Ludovini esplora il passato di Giorgio, un avvocato con un passato da studente modello e della sua folle amicizia con Francesco. Un viaggio verso l'abiezione dove il tornare indietro risulta tutt'altro che facile, se non addirittura impossibile. "E' un film che parla anche del piacere della perversione, ma anche della paura e dalla fascinazione delle nostre pulsioni."Aggiunge Vicari.

 

Il film è tratto dal romanzo di Gianrico Carofiglio: come ha lavorato su questo adattamento?

Come dice il mio amico e collega Daniele Gaglianone, l'adattamento di un libro in un film è come entrare in casa d'altri. Devi bussare, ma dopo devi metterti a tuo agio, altrimenti la storia non sarà mai davvero tua. La libertà assoluta è l'unica maniera possibile per realizzare un film. Anche se questa storia è inventata da uno scrittore, io non ho potuto fare a meno di andare a ficcare il naso nel mondo che Carofiglio ha toccato con il suo racconto: la passione per il gioco d'azzardo, nonché quella per il denaro appartengono a migliaia di persone che vivono nella nostra società. E' l'illusione dell'arricchimento facile a togliere i freni inibitori e a rovinare la gente. In questo senso raccontare la storia di un giovane perbene che diventa qualcosa di perfino peggiore di un delinquente serve a spiegare il mio spaesamento quando apro il giornale e leggo fatti di cronaca in cui ragazzi insospettabili sono coinvolti in storie efferate.

 

Scritto da ADMIN
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA