questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Il grande e potente Oz, i fun facts!

Attualità, Personaggi

04/03/2013

Prodotto con un budget di circa 200 milioni di dollari, è in produzione dal 2010. Ora Il grande e potente Oz è pronto per il debutto nelle sale, che avverrà questo giovedì. Diretto da Sam Raimi il film vede protagonista James Franco, affiancato da Mila Kunis, Michelle Williams e Rachel Weisz.

Oscar Diggs è l’illusionista di un piccolo circo. Scansafatiche dalla discutibile etica, vede cambiare radicalmente la sua vita quando viene trasportato dal Kansas nel fantastico Regno di Oz. Inizialmente tutto gli sembra meraviglioso: la gente lo crede un grandissimo mago e di li a poco fama e fortuna sono a sua completa disposizione. Questo finché non incontra Theodora, Evanora e Glinda tre streghe che intuendo la sua reale identità cercano di smascherarlo. Coinvolto suo malgrado nei conflitti del Regno di Oz e dei suoi abitanti, Oscar dovrà imparare a distinguere i nemici dagli amici, ma soprattutto ricorrere alle sue arti magiche e alla stregoneria per aiutare. Riuscirà a diventare uno stregone all’altezza delle aspettative, ma soprattutto un uomo migliore?

A pochi giorni dalla release il film continua ad incuriosire il suo pubblico oggi con alcuni 'fun facts', ovvero le curiosità dal film. Vediamole:

1) Nel film si immagina l’origine dell’amato mago lanciato dallo scrittore L. Frank Baum nel suo primo romanzo “Il Meraviglioso Mago di Oz”. Baum, che tra il 1900 e il 1920 scrisse 14 racconti tutti ambientati nel regno della fantasia così vividamente da lui creato, non ha mai dipinto la storia delle origini del mago. Il Grande e Potente Oz è il prequel cinematografico al romanzo e offre un’esperienza unica sul grande schermo. Mentre alcuni personaggi, familiari grazie ai romanzi di L. Frank Baum, sono stati ripensati per il film, altri sono del tutti nuovi, come per esempio la Fanciulla di Porcellana e i Quadrangoli.

2) Il fantastico mondo del film è stato creato dal Production designer premio Oscar Robert Stromberg: ha disegnato 24 set completi, più diversi set parziali, lavorando a un totale di 30 set. Stromberg ha creato ambientazioni iconiche, come la Strada di Mattoni Gialli e la Città di Smeraldo,la Sala del Trono della strega, il Bosco Bizzarro, la Foresta Oscura, nella quale entra in scena Glinda la strega buona, e il Paese di Porcellana, i cui abitanti sono tutti interamente fatti di porcellana.

3) James Franco, ha dovuto imparare trucchi di magia per impersonare accuratamente il suo personaggio, un illusionista di un piccolo circo. È arrivato sul set due settimane prima delle riprese per lavorare con il mago di Las Vegas Lance Burton. Ha imparato a realizzare trucchi con le colombe e con il fuoco, ma anche come tirare fuori gli oggetti dal cilindro e come far levitare le cose.

4) La produzione ha assunto l’illustratore tedesco Michael Kutsche per realizzare il look e il mondo delle streghe, così come li aveva concepiti il Production designer Robert Stromberg. Kutsche ha anche ideato i costumi delle streghe e ha lavorato come Costume designer insieme a Gary Jones.

5) Il Costume designer Gary Jones e il suo team hanno intrapreso l’ambizioso progetto di vestire oltre 1500 attori, dal più piccolo Minutolo al più alto Strizzolo, in oltre 23 settimane. Solo per i personaggi principali hanno realizzato oltre 200 capi d’abbigliamento.

6) James Franco ha un unico costume nel film. Ma l’esperto Costume designer Gary Jones ha fatto ricerche sulla moda tra il 1880 e il 1930 per disegnare perfettamente l’abito. Ha inoltre incontrato James Franco a New York City per mostrargli alcune foto vintage di inizio secolo che hanno ispirato in maniera definitiva il design dell’abito: un frac nero.

7) Sono stati utilizzati oltre 3.000 oggetti di scena, 1400 dei quali creati appositamente per il film.

8) Il Responsabile della vegetazione, Dan Gillooly ha trovato elementi naturali alla periferia di Detroit che hanno implementato i set del film Il Grande e Potente Oz. Esplorando la zona, ha attaversato un frutteto pieno di peschi morti e ha utilizzato i rami per creare la spettrale Foresta Oscura. Un altro elemento aggiunto per ricreare l’aspetto e l’atmosfera della Foresta Oscura, sono stati i cardi provenienti da un campo nelle vicinanze, trovati durante le sue escursioni nella campagna.

Scritto da Manuela Blonna
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA