questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Il cinema italiano visto da Cannes

24/05/2006

Umiliato dalla politica del precedente governo che gli ha tagliato il 70% dei fondi, il cinema italiano a Cannes si prende la rivincita, conquistando la Croisette e rilanciando sui media stranieri un'immagine estremamente positiva: è capace di raccontare il nostro paese e di conquistare le coscienze.

"E' il suo film più forte". Così il quotidiano Le Monde ha definito Il Caimano di Nanni Moretti, presentato a Cannes e da ieri nei cinema francesi. Anche se non sono mancate le perplessità, il film di Moretti ha conquistato una grande visibilità in tutti i quotidiani stranieri. Il più entusiasta è Liberation  che cita il cinema di Francesco Rosi: "Il Caimano rappresenta un popolo in stato di passività dopo un decennio di berlusconismo". Le Figaro parla di "un'allegoria" di un paese di cui "il Caimano è solo un epifenomeno. Se Berlusconi va condannato, l'Italia malata è colpevole di avere sbagliato medico". Hollywood Reporter parla di mix "eccessivamente ambizioso di commedia, politica e dramma intimo". New York Times loda il film "commedia dolceamara" e s'interroga se Berlusconi "possa essere un fenomeno unicamente italiano". Deluso, El Pais: "Il film di Moretti non parla tanto di Berlusconi, quanto di Moretti". Massimo dei voti, invece, dai Cahiers du Cinéma, Studio, Telerama, Première, Le nouvel observateur, Positif e l'Humanité. E se Moretti è promosso, va evidenziata l'ottima accoglienza, il successo di pubblico e critica che le nostre quattro pellicole italiane, viste fino ad oggi, hanno suscitato. Oramai manca solo L'amico di famiglia di Paolo Sorrentino che passerà in concorso giovedì 25 maggio. Alle proiezioni di due giorni fa, per la sezione in concorso, il nuovo film di Moretti è stato accolto da una lunga ovazione al termine della proiezione con il pubblico e da un minuto di applausi a quella della stampa.

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA