questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Il cinema e le scommesse sportive: analizziamo alcune pellicole su questo tema

16/04/2014

Alla sua quarta prova dietro la macchina da presa, il regista Daniel J. Caruso, punta tutto su una storia coinvolgente e dai toni piuttosto drammatici e ad alto rischio quasi interamente ambientato nel mondo dei giocatori d'azzardo senza scrupoli. A rendere questa operazione piuttosto credibile ed entusiasmante ci pensano Al Pacino e soprattutto Matthew McConaughey, il quale instaura un duello a distanza, vinto probabilmente ai punti, col celebre attore italoamericano. Le partecipazioni di Armand Assante e ancora più di Rene Russo, sempre bella e brava, impreziosiscono una pellicola che nonostante i suoi 14 anni, ci dice molto sul tema delle scommesse sportive. In effetti dopo l’uscita di questa pellicola, il tema delle scommesse sportive è diventato sempre più popolare, non solo negli Stati Uniti, ma anche in Europa, dove basta fare una semplice ricerca su internet per trovare i migliori siti scommesse seguendo gli sport maggiormente seguiti e apprezzati dal grande pubblico, ma la modalità con cui si gioca e si scommette è pressoché identica.

Ed è giustamente un film ad alto tasso adrenalinico, che si risolve solo nel finale, naturalmente imprevedibile, così come il tema che va a trattare. Conosciamo tutti Al Pacino e sappiamo della sua passione per la recitazione e per lo sport. Tutti lo ricorderanno per il film Ogni maledetta domenica, pellicola cult diretta dal solito Oliver Stone. In Rischio a due, quello che però funziona maggiormente è l’intesa alchemica con il sempre più bravo Matthew McConaughey, che da quel momento in poi non ha più sbagliato un film nemmeno per caso. Naturalmente il tema delle scommesse sportive e degli esperti di statistiche viene trattato con grande spettacolarità e senza esclusione di colpi di scena, che rendono questo film davvero unico nel suo genere. Ancora una volta abbiamo una visione a 360 gradi di Las Vegas e del mondo del gioco. “Siamo tutti limoni. Abbiamo tutti bisogno di perdere!”, fa dire il regista al suo protagonista, in uno dei momenti forse più intensi e coinvolgenti. Il rischio è il centro su cui si basa la storia di questo film. A rendere il tutto molto credibile sono le dinamiche tra i vari personaggi e un ambiente, quello delle scommesse sportive che poche volte era stato raccontato con tale intensità e realismo. Il tema del gioco è una molla che spinge il film fino al climax finale, dove non mancano alcuni colpi di scena.

Interessante notare come a distanza di qualche anno anche Una ragazza a Las Vegas, con Bruce Willis, Catherine Zeta-Jones e Rebecca Hall, tratti lo stesso tipo di argomento, seppur con toni decisamente differenti e più votati verso una commedia brillante degli equivoci. Tuttavia, questo dimostra come per Hollywood, sia davvero semplice ed efficace spostare i propri riflettori sulle sfavillanti luci e attrattive di Las Vegas. Per una volta però, l’attenzione non è rivolta come spesso accade sui neon dei casinò, ma sul segmento parallelo delle scommesse e dei bookmaker legali. Negli Stati Uniti il tema delle scommesse sportive è praticamente così diffuso, da far parte ormai della cultura popolare più marcatamente mainstream. Anche il fantacalcio, che naturalmente è nato negli States, con il football e soprattutto con il baseball, è molto praticato e diffuso sia tra i giovani che tra gli appassionati più sfegatati. Non è un caso se in pellicole di genere commedia, il tema del gioco e delle scommesse sia così frequente e diffuso. 

Scritto da Letizia Rogolino
Tag: non vi sono tags per questo articolo
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA