questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Il cinema d’essai premia Moretti e Arcopinto

Attualità, Eventi

14/10/2010

In una serata mantovana affollata di personaggi del cinema si è tenuta al Teatro del Bibiena la cerimonia di premiazione della Fice, in chiusura degli incontri professionali riservati agli operatori del cinema d'essai. Nanni Moretti è stato premiato come esercente dell'anno. Il regista - esercente, ha una piccola sala cinematografica a Roma, nei pressi di Trastevere, diventata, grazie ad una attentissima programmazione curata dallo stesso Moretti, un punto di riferimento per il pubblico del cinema d'essai.

Premiati anche Alessandro Gassman e Isabella Ragonese, migliori attori dell'anno, Piera Degli Esposti, per l'insieme delle sue interpretazioni, Paolo Virzì, autore dell'anno (La prima cosa bella candidato italiano all'Oscar 2010 per il miglior film straniero), Rocco Papaleo, autore esordiente grazie al debutto registico Basilicata Coast to Coast, Antonio Capuano, autore indipendente dell'anno, (L'amore buio), e Gianluca Arcopinto, produttore dell'anno.

Nelle categorie tecniche è stato inoltre premiato per il montaggio Mirco Garrone (La nostra vita), per la scrittura della musiche Louis Siciliano (20 sigarette, Happy Family, Due vite per caso). Infine ad aggiudicarsi il riconoscimento "Vota il film d'essai dell'anno" della rivista Vivilcinema, bimestrale della Fice distribuito gratuitamente nelle sale d'essai, è stato Bastardi senza gloria di Quentin Tarantino, come miglior film, mentre L'uomo che verrà di Giorgio Diritti, si è imposto come miglior film italiano.

In questa occasione il produttore Gianluca Arcopinto ha illustrato i suoi impegni attuali, che comprendono il nuovo film di Daniele Gaglianone "Ruggine"coprodotto con Fandango, attualmente in lavorazione, un noir ambientato in una piccola città del Nord nell'Italia degli anni 70, con un cast strepitoso: Filippo Timi, Stefano Accorsi, Valeria Solarino e Valerio Mastandrea. Arcopinto inoltre ha annunciato di avere in programma altri due film: l'opera prima di Carlo Michele Schirinzi, Le vesti di Bisanzio, che racconta storie di migranti nella zona del Salento e Guerre silenziose, terzo film di Rodolfo Bisatti, che, ambientato a Trieste, racconta l'onda lunga degli orrori che hanno seguito la fine della guerra nei Balcani.

Scritto da Piero Cinelli
Tag: fice
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA