questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Il Cecchino: Michele Placido vuole Nanni Moretti Ministro

Attualità, Personaggi

22/04/2013

A Roma per presentare il suo ultimo film da regista, Il cecchino, Michele Placido non risparmia i giudizi sferzanti sulla situazione italiana «Il nostro paese non si può raccontare al cinema nella forma della commedia: è una tragedia continua, o al massimo una farsa». Avrebbe preferito una donna, Emma Bonino al Quirinale, ma apprezza molto anche Giorgio Napolitano, augurandosi che faccia in modo di mettere le persone giuste al posto giusto. Tipo Nanni Moretti al Ministero dei Beni Culturali. "Nanni Moretti, ha il rigore giusto per lavorare bene e assicurare al cinema i finanziamenti necessari, più per i giovani che per noi, che siamo vecchi e incrostati. Di sicuro Moretti sarebbe un interlocutore più accessibile del ministro Ornaghi: per lungo tempo ho creduto che fosse una donna, perché non si era mai visto."
Il cecchino è una coproduzione italofrancese, nel cast ci sono Daniel Auteil e Mathieu Kassovitz accanto a Luca Argentero e Violante Placido. "E'il mio Romanzo criminale francese. La genesi del film si deve al produttore Fabio Conversi, che ne ha acquistato i diritti. I due sceneggiatori Cedric Melon e Denis Brusseaux volevano che facessi il film perché erano rimasti colpiti, appunto, da Romanzo criminale. Considero un onore che sia stata data la possibilità a un regista italiano di girare un polar, un poliziesco di stampo francese." Il cecchino è un noir che indaga sul lato oscuro dei personaggi. "Ma non bisogna dimenticare che il male esiste in funzione del bene, è questione di scelta: le choix.
"Le Choix è anche il titolo del mio prossimo film, che sarà ancora una coproduzione italo-francese, una grande storia d’amore fra due coniugi quarantenni sulla falsariga de L’innesto di Pirandello."

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA