questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

I prossimi film di Kevin Costner

Attualità, Personaggi

02/06/2014

Alla soglia dei 60 anni, Kevin Costner conserva il suo fascino e il suo magnetismo sul grande schermo e, dal 5 giugno, lo ritroviamo protagonista del film d’azione 3 Days To Kill, diretto da McG, il regista dallo stile tipicamente americano che ha firmato lungometraggi come Terminator Salvation e Charlie’s Angels - Più che MaiCostner interpreta una spia internazionale vicino alla pensione, che scopre di avere soltanto alcuni mesi di vita, a causa di una malattia terminale. Così decide di prendersi una pausa decisiva dal suo lavoro sempre in bilico tra la vita e la morte, per dedicarsi un po’ alla moglie e alla figlia adolescente, che non hanno mai potuto contare su di lui. Però una agente dei servizi segreti, sensuale e misteriosa, interpretata da Amber Heard, lo ingaggia per portare a termine un’ultima missione, in cambio di una medicina sperimentale che potrebbe allungargli la vita. Ethan, di fronte a questa possibilità, è costretto ad accettare, inseguendo per Parigi un criminale importante, tra intrighi, sparatorie, e corruzione. Nella sua carriera non lo abbiamo visto spesso in ruoli come questo, scritto più per Bruce Willis o Harrison Ford, quindi è una buona occasione per gustarsi un volto nuovo dell'attore, tuttavia convincente.

Fortunatamente Rio Mare non lo impegna troppo e tra i progetti futuri di Kevin ci sono diversi film interessanti, come Draft Day di Ivan Reitman, con Jennifer Gardner, Tom Welling, Sam Elliott e Terry Crews. Il film racconta la storia del manager dei Buffalo Bills che trascorre la giornata per la selezione della National Football League, cercando disperatamente di ottenere il numero uno per la sua squadra in difficoltà. Dopo aver interpretato il ruolo di un grande giocatore di baseball nel romantico Gioco d’Amore di Sam Raimi nel 1999, sembra che Costner dovrà misurarsi con un ruolo vicino a quello di Brad Pitt nel recente Moneyball - L’Arte di Vincere, tornando al cinema sportivo. Si parla molto del possibile remake de I Magnifici Sette, celebre film degli anni ’60 di John Sturges, che a sua volta è una rivisitazione americana de I Sette Samurai di Akira Kurosawa. Sembra che Kevin Costner sarà parte del cast, insieme a Matt Damon e Morgan Freeman, per riportare sul grande schermo la storia di sette pistoleri assunti con il compito di proteggere un piccolo villaggio messicano da una banda criminale.

Kenneth Branagh invece, ha coinvolto l’attore nel thriller di prossima uscita ispirato ad un romanzo di Tom Clancy, Jack Ryan - L’Iniziazione, insieme a Chris Pine, Keira Knightley e Nonso Anozie. Ambientato in Russia e reboot del franchise incentrato sul personaggio dell’analista della CIA Jack Ryan, il film racconta la nuova missione di quest'ultimo, che si reca in Russia per dare un consiglio finanziario ad un miliardario che lo incastra, addossandogli la colpa di un attentato terroristico finalizzato al collasso dell’economia americana. Ryan si ritrova catapultato in una corsa contro il tempo, per cercare di sventare il piano terroristico e salvare la moglie in ostaggio del miliardario. Il regista Mike Binder sembra invece fare i conti con l’età dell’attore, trasformandolo in un nonno nel film drammatico Black and White. Rimasto vedovo inseguito ad un incidente, egli ha cresciuto la nipote da solo, ma lei è afroamericana e la nonna paterna, che non si è mai preoccupata di lei, decide di farsi avanti per la sua custodia, iniziando una vera e propria battaglia legale. Insieme a Costner, nel cast anche Octavia Spencer, Jennifer Ehle, Bill Burr e Andre Holland.

Infine Kevin Costner sarà in The Explorers Guild di Jon S. Baird, un film drammatico ispirato ai romanzi illustrati di Rick Ross, che raccontano la storia di un gruppo clandestino di avventurieri, che si mette alla ricerca di luoghi mitici nei posti più remoti della terra. Il primo libro è ambientato nella Prima Guerra Mondiale ed affronta la ricerca della mitica città buddista di Shambhala. Ha l’aria di essere un progetto facilmente adatto ad una trilogia. 

 

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA