questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

I limiti del controllo. Il caso dell’infedele Klara

Interviste

16/04/2009

"Questo film racconta la storia di sei personaggi il cui atteggiamento nei confronti dell'amore cambia mano a mano che interagiscono tra di loro. Tutti quanti si trasformano loro malgrado in un confronto con l'amore che sembra avere l'andamento di un rondò." Il regista Roberto Faenza racconta così Il caso dell'infedele Klara, sensuale dramma dalle venature talora comiche, tratto dal romanzo di Michal Viewegh e ambientato tra Praga e Venezia "Ci sono molti modi per raccontare le storie." Continua Faenza "Per temi così seri come quello della gelosia e dell'amore, possono essere interpretati drammaticamente come ho fatto in passato, ma anche con una cifra più leggera come con questo film." L'attore scozzese Iain Glen che aveva già lavorato con Faenza in Prendimi l'anima e che nel film interpreta un investigatore privato assoldato da Claudio Santamaria per provare il presunto tradimento di Laura Chiatti rileva: "Quando ho letto la sceneggiatura non mi sembrava un film di quelli diretti, in genere, da Roberto e sono rimasto molto sorpreso: era molto sensuale già sulla pagina e raccontava di qualcosa che fa parte dell'esperienza di tutti quanti noi come amare, smettere di amare, essere gelosi. Il caso dell'infedele Klara funziona su più piani narrativi. Del resto l'argomento è complesso e non esistono risposte semplici. In questo senso il film ha momenti molto comici, perché l'amore ci rende tutti un po' buffi e perfino molto goffi. La passione è molto vicina alla pazzia." Aggiunge Glen. "Da tempo volevo fare un film sulla gelosia." Spiega Faenza "Così quando ho letto il romanzo di Viewegh ho pensato che se ne potesse tirare fuori una pellicola diversa da quelle che avevo già fatto."

 

 

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA