questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

I Golden Globes: un commento

Attualità, Eventi

13/01/2014

In attesa delle nomination dell'Academy che verranno annunciate tra tre giorni esatti, il Palmares dei Golden Globes, sebbene i due premi non abbiano nulla in comune a parte le tempistiche ravvicinate, fa delineare uno scenario più chiaro. 

Intanto vengono confermati i due superfavoriti, American Hustle e 12 anni schiavo. Il film di David O Russell ha ottenuto ben tre Globi d'Oro, miglior film nel genere commedia, migliori attrici (protagonista e non protagonista) Amy Adams e Jennifer Lawrence, mentre il film di Steve McQueen ha vinto solamente un Globo d'Oro, ma quello che sulla bilancia degli Oscar conta più di tutti, miglior film 'drammatico' e come noto, l'Academy - che non fa distinzione nelle candidature tra commedia e dramma - ha da sempre una predilezione per questo ultimo tipo di film. L'anno scorso Argo vinse il Golden Globe proprio in questa categoria e sappiamo come è andata poi.  Accanto a questi due titoli il Golden Globe rimette in gioco a pieno titolo Gtavity, con la premiazione di Alfonso Cuaron come miglior regista. Una vittoria, va detto, strameritata perché Gravity se ha dovuto sacrificare qualcosa sul piano artistico, lo ha fatto in nome di una autentica rivoluzione visiva. C'è da dire che anche Avatar fu portatore di straordinarie innovazioni sul piano visivo, ma l'Oscar per il miglior film andò al piccolo e 'politico' The Hurt Locker di Kathryn Bigelow, mentre Avatar vinse i tre Oscar tecnici (che sdifficilmente sfuggiranno a Gravity). Anche nella categoria degli attori, i Golden raddoppiano i premi per le categorie commedia e dramma, sparigliando inoltre i superfavoriti  della vigilia Chiwetel Ejiofor e Sandra Bullock che restano al palo mentre i Globi piazzano in pole position per gli Oscar rispettivamente Matthew McConaughey per Dallas buyers Club e la ormai 'consolidata' Cate Blanchett di Blue Jasmine, che dopo questa ennesima vittoria comincia a preparare il discorso per l'Oscar. La grande rivale di Cate sarà certamente Amy Adams premiata dai Golden come miglior attrice protagonista di una commedia per American Hustle, una lotta durissima tra due attrici magnifiche. 

Anche Leonardo Di Caprio si rimette in gioco, con il Globo d'Oro di miglior attore protagonista di una commedia, nonostante The wolf of Wall Street e Scorsese siano rimasti a bocca asciutta, mentre nella categoria attore e attrice non protagonista vincono il Globo d'Oro Jared Leto per Dallas buyers Club, che prevale sul favorito Fassbender, e la mitica Jennifer Lawrence per American Hustle.  Entrambi hanno già vinto la statuetta ed entrambi sono in pole per rivincerla.

Infine la vittoria di La grande bellezza di Paolo Sorrentino come miglior film straniero dimostra che il film è stato apprezzato nella sua magnifica complessità anche oltreoceano, e che pertanto la strada verso il Kodak Theatre è spianata. 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA