questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

I film del weekend di Natale

Attualità

23/12/2009

Ultima ondata di film natalizi. Se siete amanti dei generi 'commestibili' oltre ai soliti cinepanettoni arriva una vera e propria leccornia: una parodia del genere catastrofico, rivista in versione fast-food! Stiamo parlando del film d'animazione in 3D Piovono polpette, storia di un giovane scienziato 'pazzo' che grazie ad una macchina di sua invenzione, trasforma la pioggia in cibo, facendo precipitare a terra, per la gioia di tutti, polpette e hamburgher di ogni formato. Il problema è che la macchinetta diventa ingovernabile e comincia a sparare veri e propri tornado di spaghetti e di enormi hamburgher, che mettono a rischio l'incolumità della popolazione. Ma prima che la città venga sepolta dalle polpette, il nostro eroe riuscirà eroicamente a fermare la catastrofe.

Se invece siete dei tipi romantici, e magari anche avventurosi, non perdetevi Amelia, un melodrammone, tra l'altro con il brivido della storia vera, che narra la storia di una delle grandi eroine della storia americana, Amelia Earhart, la prima aviatrice a sfidare, negli anni 20, i cieli intercontinentali. Grande e contrastata storia d'amore, che farà sognare soprattutto le signore, con al centro la indomita protagonista, interpretata dal premio Oscar Ilary Swank, contesa da due uomini fantastici, il marito interpretato da Richard Gere e l'amante EwanMcGregor, prima che la Earhart, scompaia misteriosamente nei cieli del Pacifico durante un tentativo di fare il giro del mondo.

Altro film decisamente controcorrente rispetto al buonismo del Natale è Brothers di Jim Sheridan. Una drammatica storia familiare, dove un Capitano dei Marines, dato per disperso in una missione in Afghanistan, torna a casa dopo una devastante prigionia, per scoprire che tra la moglie e il fratello c'è qualcosa di più di una semplice amicizia. Una storia durissima, emblematica delle devastazioni provocate dalle guerre, che se ti risparmiano la vita, ti uccidono dentro.

Ultimo titolo in uscita il giorno stesso di Natale, anche questo in controtendenza, Sherlock Holmes. Scordatevi l'investigatore flemmatico creato da Conan Doyle con il classico cappellino a quadretti, mantellina sulle spalle e pipa in bocca. Il nuovo Sherlock Holmes, firmato Guy Ritchie, ha gettato via l'aplomb vittoriano per trasformarsi in un investigatore moderno, più uomo d'azione che cervellone snob. Insomma uno Sherlock Holmes più impulsivo che deduttivo, che oltre al cervello ha anche buoni muscoli, e non ha paura di infilarsi negli angoli più malfamati della Londra di fine ottocento.

 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA