questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Hollywood si inchina alla Cina

Attualità, Trade

24/09/2013

Cosa ci fanno Leonardo di Caprio, Nicole Kidman, Catherine Zeta-Jones, Christopher Waltz,  John Travolta, Kate Beckinsale, Ewan McGregor, oltre a quasi tutte le star cinesi e di Hong Kong come  Zhang Ziyi, Jet Li, Tony Leung, insieme a molti top manager degli Studios di Hollywood, tra cui Harvey Weinstein,  in una quasi sconosciuta cittadina costiera della Cina come Quingdao? Sono venuti a rendere omaggio all'uomo più ricco della Cina, Wang Jianlin ed al suo nuovo progetto di realizzare una città del cinema, proprio nella città di Quingdao, con un investimento di 4,9 miliardi di dollari,  che si chiamerà Qingdao Oriental Movie Metropolis, destinata a diventare il più grande polo cinematografico del mondo, con 20 teatri di posa, uno dei quali di 10,000 metri quadrati, tutti i servizi tecnici collegati,  un parco a tema, il tutto previsto per essere aperto nel 2017, ed infine un Festival cinematografico internazionale, da tenersi nel mese di settembre, e che inizierà a partire dal 2016. Il Qingdao Oriental Movie Metropolis farà parte del  Film Industry Park che si estenderà su 200 ettari di terreno, con molti altri edifici adibiti ad uffici, sette hotel, un parco a tema cinematografico, una sala ed un laboratorio Imax, una grande area espositiva in grado di poter ospitare un grande festival, un museo del cinema, una esposizione automobilistica permanente, ed uno  yacht trading center.

Wang, considerato dalla rivista Forbes come l'uomo più ricco della Cina, con una fortuna personale valutata in circa 16 miliardi di dollari, Presidente dil Wanda Group (che l'anno passato ha acquistato la AMC, una società che gestisce uno dei principali circuiti di sale cinematografiche in Usa per 2,6 miliardi di dollari,  ha detto di fronte al parterre stellare, quello che tutti già sapevano ovvero che entro il 2018 la Cina avrà la più importante industria cinematografica del pianeta.

Il Qingdao International Film Festival verrà ospitato nell'area espositiva del Metropolis ogni settembre, a partire dal 2016, e sarà organizzato in collaborazione con Cheryl Boone Isaacs, Presidente dell'Academy ed insieme al China Film Group, la società di proprietà dello Stato che regola l'immenso mercato cinematografico cinese. La Cina annovera già due dei più grandi studios cinematografici, uno a Hengdian, a qualche ora di distanza da Shanghai, e l'altro, iuno dei più moderni del mondo, a  Huairou, vicino Pechino. 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA