questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Henry Cavill – Scopriamo chi è “L’uomo d’acciaio “ del cinema

Personaggi

20/06/2013

Sembra incredibile da credere, eppure il trentenne più in voga del momento, da piccolo era lo zimbello degli amici a causa delle sue rotondità. Henry Cavill nasce il 5 maggio del 1983 nell’isola di Jersey, in Gran Bretagna, quarto di cinque fratelli, è anche il più taciturno e introverso. Cova dentro se, una grande passione, quella della recitazione, iniziando sin da piccolissimo a coltivarla. In una delle recite scolastiche alla Stowe School del Buckinghamshire, incontra Russel Crowe (proprio lui), che è impegnato sul set di “Rapimento e riscatto”, (dove Cavill è una comparsa), approfitta della conoscenza per chiedere all’attore consigli per la carriera deciso a voler sfondare a tutti così. E’ così che approda ai teatri d’Inghilterra con personaggi shakespeariani. Ma la fama è ancora lontana, a diciassette anni viene scelto per il film “Montecristo” (2001) e il primo ruolo da protagonista è in “Laguna”, un thriller ambientato in Italia, di un giovane in cerca di vendetta per l’uccisione dei genitori per mano della mafia. Dopo una piccola apparizione nell’horror “Hellraiser: Hellword” (2005), l’anno successivo interpreta Melot nel dramma mitologico di “Tristano e Isotta”, affianco a James Franco. Ruolo che gli dona molta visibilità. Negli anni Henry sfiora il successo e molti blockbuster, viene preso in considerazione per “Superman Returns”, ma gli preferiscono Brandon Routh, e per la fortunata serie “Twilight”, la scrittrice Stephenie Meyer dichiara di aver pensato a lui per il ruolo di Edward, andato poi a Robert Pattinson. Si vede che non era il suo destino, quando anche 007 gli sfugge dalle mani perché ritenuto troppo giovane, viene etichettato come “lo sfortunato di Hollywood” da Empire. Appare in “Cappuccetto Rosso” nel ruolo di cacciatore e nel 2007 è nella serie tv vincente de “I Tudors”, Cavill è il primo Duca di Suffolk, un killer affascinante, ruolo grazie al quale si accorgono di lui. La serie ha un successo planetario, e l’attore ottiene così un ruolo in “Stardust” (2007) e in “Whatever Works – Basta che funzioni”, del genio Woody Allen. Presta il volto per un indi horror particolare, a tema nazista diretto dal controverso Joel Schumacher, “Blood Creek”, in cui è un poliziotto che si destreggia in orari di lavoro assurdi e la cura di un padre invalido, che lo ritiene responsabile della misteriosa scomparse del fratello. Due action movie lo attendono, “Immortals“la pellicola mitologica di Tarsem Singh e "La fredda luce del giorno" di Mabrouk El mechri affianco a Bruce Willis. L’uomo, divenuto d’acciaio, e non più zimbello dei compagni di scuola, è pronto finalmente a salire sull’olimpo di Hollywood, nel 2013 la Warner Bros lo sceglie per il personaggio di Superman, in "Man of steel" pronto a dare nuova verve ad uno dei supereroi più amati di sempre. Henry Cavill ha messo a dura prova il suo fisico, con allenamenti rigorosi e austeri del trainer Mark Twight, per raggiungere quella forza e fisicità che contraddistinguono Superman. Allo stesso tempo, Cavill, ha lavorato molto sull’introspezione di un personaggio combattuto da una molteplice personalità e accettazione di se stesso, da un lato mito, dall’altro semplice Clark Kent. Il nuovo Uomo d’acciaio è un supereroe pieno di sfaccettature e problematiche che il bell’attore inglese si è detto onorato di aver impersonificare. Rientra, grazie a questo ruolo, in quella schiera di attori inglesi che hanno prestato il volto ad un personaggio Marvel, come Andrew Garfield in “Spider Man” e Christian Bale in “Batman”. Zack Snyder, il regista del film, ha voluto a tutti i costi Henry, definendolo perfetto per il ruolo. Della stessa opinione sono le sue fan, vecchie e nuove, in visibilio per le foto di scena che lo ritraggono a petto nudo. Di sicuro, oltre alla bravura, ora si che la sua rivalsa è completa. Fra i vari flirt attribuitigli, ci sono alcuni fidanzamenti ufficiali, uno con l’atleta inglese Ellen Whitaker, finita nel 2012 e una storia con l’ex lottatrice americana Gina Carano. Donne di tutto il mondo, preparatevi a combattere!

Scritto da Sonia Serafini
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA