questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Harry Potter e i doni della morte parte II,  il video della conferenza stampa

Attualità, Personaggi

07/07/2011

Solo poche ore fa vi annunciavamo la premiere mondiale a Londra di Harry Potter e i doni della morte parte II che si terrà oggi a Trafalgar Square. Moltissimi fan sono lì a campeggiare da tre giorni in attesa di vedere i loro beniamini sul red carpet. Ieri si è invece tenuta l'anteprima stampa del film ed arriva dunque in rete il video della relativa conferenza. Se si potesse descrivere con una parola sarebbe probabilmente commozione. E' palpabile il sentimento del cast, della regia, della produzione e dell'immensa compagine promozionale tutta schierata a King's cross per dare l'addio alla decennale saga fantasy. La più loquace di tutti è stata Emma Watson che ha descritto la sua Hermione Granger come 'una coraggiosa giovane donna che mi ha insegnato ad essere una persona migliore'. La stampa ha chiesto ad ogni membro del cast di ricordare la sua battuta preferita in questi dieci anni di pellicole. Spassoso Rupert Grint in evidente difficoltà aiutato da David Yates che lo incoraggia: "probabilmente è quando dici a Draco che ha appena cercato di uccidere Hermione, Quella è la mia ragazza, idiota. Molto dolce" e molto applaudita Julie Walter alias mamma Weasley con il suo 'Mia figlia no, cagna!' che vedremo in questa seconda parte.

Il regista David Yates ha parlato a lungo della pellicola  e della possibilità di vedere Harry Potter ancora al cinema: Naturalmente ci vorrebbe prima un altro libro, ma credo che l’immaginazione della Rowling sia talmente potente che non ci sarebbero problemi. Se lei scrivesse ancora, la gente ne sarebbe felice. Ma ogni cosa ha un tempo e un luogo e certe esperienze devono chiudersi lì dove si era pensato che finissero. Insomma, per ora mi pare tutto perfetto così.Il merito del successo naturalmente è nei libri, nella generosità con cui l’autrice ha disegnato ritratti così incredibilmente vividi, il fatto che tutti nella vita abbiamo bisogno di straordinario, che la lotta tra buoni e cattivi non è mai finita, che la vicenda ruota intorno ai temi della perdita e della morte, che ci riguardano così da vicino e che sono al centro di tanti altri capolavori letterari, a iniziare da quelli di Joyce". Il regista si è poi soffermato sia sull'attesa scena del bacio tra Ron ed Hermione (imbarazzante e goffa hanno commentato i diretti interessati): "Ho detto loro di dimenticare Rupert e Emma e lasciare che prevalessero Ron e Hermione. Hanno dato il massimo, e sono stati incantevoli".

I giornalisti che hanno assistito alla proiezione hanno molto apprezzato l'epica battaglia di Hogwarts, probabilmente il momento più commovente e straziante dell'intero romanzo e chi lo ha letto capirà: nel film occupa un'ora intera tra colpi di scena ed effetti speciali nei quali la produzione non si è risparmiata, con alunni di Hogwarts , maghi, Mangiamorte, Dissennatori e naturalmente loro due, Harry e Voldemort, impegnati a rappresentare l'eterno scontro tra bene e male. "Era importante - ha concluso Yates- concludere la serie con un finale epico quindi ci sono combattimenti, draghi, ragni e giganti… ma in fondo la nostra è una storia di personaggi. Lo spettacolo è importante ma è la trepidazione per quello che succede ai protagonisti che spinge il pubblico a seguirli nel loro percorso".

I doni della morte verrà presentato il 12 Luglio durante il Giffoni film festival, per poi approdare nelle sale il giorno successivo, in anticipo di due giorni rispetto alla release americana. Vi ricordiamo che sarà possibile seguire la premiere in streaming su Facebook partecipando all'evento "Harry Potter and the Deathly Hallows – Part 2 World Premiere Live Stream"

 


 

Scritto da Manuela Blonna
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA