questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Gordon Gekko torna squalo nel mare di Cannes

Attualità, Interviste

14/05/2010

Questa sera, 14 maggio, alle ore 19.30 proiezione, Fuori Concorso, del nuovo film di Oliver Stone Wall Street: il denaro non dorme mai che arriverà in Italia il 15 ottobre 2010 distribuito dalla 20th Century Fox. Ventitré anni dopo il mitico Wall Street Michael Douglas (che nel 1987 vinse un Oscar e un Golden Globe per la sua interpretazione) ritorna nei panni di Gordon Gekko, un broker che con il suo inno all’avidità ha influenzato una intera generazione di agenti di Borsa. Ora le cose sono cambiate, Gekko si è fatto otto anni di galera, non ha un soldo, in carcere ha passato il tempo a capire quello che ha sbagliato e ha pubblicato un libro: Moral Hazard (Azzardo Morale). Ma quando si rimette alla sua scrivania in un grattacielo della Grande Mela ritorna fuori lo ‘squalo’ che è in lui. Il regista ha affermato a questo proposito: “Gekko è la quintessenza della storia americana. Vedere come riesce a sopravvivere in questa nuova vasca di squali, più di vent’anni dopo, è affascinante. Tante cose sono mutate, non solo Gekko, il mondo intero si muove in un altro modo”.
Nella nuova storia di Gekko troviamo sulla sua strada Jacob Moore (Shia LaBeouf), un brillante giovane broker della Keller Zabel Investments sconvolto dall’incomprensibile suicidio del suo mentore Lewis Zabel. Moore è fidanzato con Winnie (Carey Mulligan – e galeotto è stato il set visto che LaBeouf e la Mulligan si sono fidanzati realmente nella vita), la figlia di Gekko che non parla con il padre da anni. Così Moore che vuole andare in fondo alla vicenda propone un patto a Gekko: se lo aiuterà a capire chi ha fatto fuori il suo capo, lui riavvicinerà la figlia al padre. Dietro a tutto ciò fondamentale la figura di Bretton James (Josh Brolin), rampante cowboy della finanza, che vuole vedere Gekko di nuovo in bancarotta. Michael Douglas a proposito del personaggio ha dichiarato: “Devo molto a Gordon Gekko: oltre ad avermi fatto vincere due premi importantissimi, mi ha fatto anche uscire come attore dall’ombra di mio padre Kirk. Inoltre tornare a lavorare con Oliver Stone è stato come sempre un’esperienza entusiasmante. Lui è uno veramente tosto, precisissimo, ha passato parecchio tempo a New York con degli esperti di economia per avere una sceneggiatura credibile. Nel 1987 il sistema si basava sui singoli agenti che condizionavano l’andamento della Borsa. Ora sono le grandi compagnie a dettare le regole del gioco. In Wall Street Gekko faceva il monologo sull’avidità, ora scopre che l’avidità è legale. Anzi è incoraggiata, è diventata una qualità. Wall Street è cambiata molto. Alla fine del film penso che a capire veramente la storia saranno una quarantina di spettatori... no, scherzo. Ho un grande rispetto di Oliver perché fa film straordinari ma non è una figura rassicurante. Ti sprona a dare il meglio, non molla un attimo, ti spinge sempre al limite”.

Tutto il cast del film con in primo piano Oliver Stone e Michael Douglas accompagnato dalla moglie Catherine Zeta-Jones saranno presenti questa sera al Grand Théâtre Lumière, per Stone è la quarta volta al Festival di Cannes.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA