questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Gomorra: Un Posto al Solarium - Intervista a Matteo Garrone

15/09/2008
A quattro anni di distanza da Primo Amore e sei anni dopo essere stato a Cannes con L’Imbalsamatore, Matteo Garrone è in concorso sulla Croisette con quello che, forse, può essere considerato il suo progetto più ambizioso: Gomorra, tratto dal libro di Roberto Saviano. Un film diviso in cinque episodi con alcuni punti di contatto tra loro in cui il regista romano esplora l’universo enigmatico e inquietante della Camorra e il suo radicamento nel territorio campano e nell’anima delle persone. “Questo è il mio sesto film” spiega Garrone che compirà quaranta anni a metà ottobre “Ho seguito il mio percorso in maniera piuttosto inconsapevole, alla ricerca di un’idea figurativa per rappresentare la camorra dall’ interno, con uno sguardo nuovo su una realtà piena di contraddizioni ed in continua evoluzione. Non è un caso che il film si apra con una scena ambientata in un solarium. Una sequenza che ho immaginato mentre stavo già lavorando sul set e che mi sono sentito in dovere di aggiungere dopo avere scoperto che i criminali hanno tutti quanti il culto della bellezza e della moda. Il solarium dove avviene la sanguinosa frattura all’interno di un clan mi sembrava un luogo simbolico perfetto. L’equivalente postmoderno della classica scena di tanto cinema noir ambientata in un salone da barbiere. Mi affascinava l’idea della fusione di culto per il corpo e brutalità, di violenza e bellezza.”
Scritto da ADMIN
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA