questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Gli italiani di The American

Attualità, Interviste

31/08/2010

Per i ruoli degli italiani che influenzano profondamente la vita di Jack, sono stati scelti due attori italiani, molto noti in patria, ma sconosciuti - come voleva la produzione - all'estero.

Per il ruolo della prostituta Clara, la donna che fa capire a Jack che una nuova vita potrebbe profilarsi per lui all’orizzonte, è stata scelta l’attrice italiana Violante Placido. Il regista di lei dice, “Violante è una tipica bellezza italiana, e sa come muoversi davanti alla macchina da presa. Non è mai sopra le righe e la sua gestualità è contenuta, cosa importantissima perché è lei che rappresenta il cuore nel film. E’ molto sensuale sullo schermo, cosa fondamentale per il ruolo che interpreta, ma possiede anche le qualità delle star di altri tempi…

“Sono scene difficili”, ammette la Placido. “Ma ogni scena può esserlo; in un certo senso, quando reciti sei sempre nudo. George mi ha messo a mio agio; l’ho apprezzato moltissimo perché mi è capitato invece di lavorare in passato con attori insicuri che provavano a farmi sentire come loro”.

Per Violante Placido "Jack e Clara sono due anime che si ritrovano insieme perché hanno condotto delle vite estreme che li ha portati all’isolamento. Prima comunicano solo attraverso il corpo, con un istinto animale, ma a poco a poco diventano sempre più coinvolti intimamente – cosa che li spaventa entrambi. Nessuno dei due si fida degli altri per abitudine , ma Clara comunica a Jack il suo desiderio di cambiare vita. Entrambi sentono che la loro identità sta cambiando per come l’altro li vede. Entrambi cercano qualcosa dentro e fuori di loro”.

“Quando ho fatto il primo provino con Anton - ricorda la Placido - la traduzione dall’inglese all’italiano mi suonava un po’ strana. Così gli ho chiesto se potevo improvvisare utilizzando un po’ di slang e di parolacce in italiano, visto che Clara è un po’ greve. Me lo ha lasciato fare, ed è per quello che penso che mi abbia voluta rivedere – e quando ho avuto la parte, ho letto la sceneggiatura ed ho visto che avevano adattato i dialoghi in quel modo”.

Paolo Bonacelli è stato scelto per il ruolo del prete, Padre Benedetto. Che si tratti di un ruolo grande o piccolo, Bonacelli ritiene che “ogni scena sia utile per approfondire il ruolo, per conoscere meglio il personaggio. Padre Benedetto desidera essergli amico, ma Jack è molto cauto. Nei miei confronti, come collega, George Clooney è stato gentile e professionale”.

 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA