questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Gender DocuFilmFestival al Gay Village di Roma

Attualità

18/06/2010


Il Gender DocuFilmFestival dal 26 al 28 agosto è il primo festival documentario italiano dedicato esclusivamente al gender. Diretto artisticamente da Giona A. Nazzaro, affronterà i grandi temi dell'identità, del corpo e della sessualità attraverso storie provenienti da tutto il mondo.

Presso l’Arena del Gay Village, quest'anno articolata in due rassegne che omaggeranno due generi cinematografici particolarmente amati: il melodramma e la commedia Per la prima rassegna, “Lacrime nella pioggia e foglie al vento”, saranno indispensabili un animo sensibile, amore per il grande cinema e una fontana di lacrime: si inizierà con la proiezione di uno dei tanti capolavori di Douglas Sirk, Come le foglie al vento del 1959 (nella foto in alto), pellicola amatissima da Fassbinder e interpretato da Rock Hudson, Lauren Bacall e da una magnifica Dorothy Malone (sabato 19 agosto), per chiudere con l'ultimo capolavoro del raffinatissimo Rainer Werner Fassbinder: Veronika Voss (nella foto in basso), storia di un' attrice caduta in disgrazia a causa dei suoi rapporti con il nazismo (04/09).

La seconda rassegna cinematografica, "Il rosa che va su tutto", partita il 18 giugno, sarà una selezione di commedie a tematica LGBT dal catalogo OutLoud! in collaborazione con FourLab: titoli di grande successo in tutto il mondo, per la prima volta doppiati in italiano, che raccontano storie di amori “diversi” con romanticismo e intelligenza.

Sabato 19 giugno '10
Come le foglie al vento di Douglas Sirk, 1956 100 minuti

Saga familiare di una potente dinastia di petrolieri che crolla di fronte ai tumulti del cuore. Amatissimo da Rainer W. Fassbinder, questo capolavoro di Douglas Sirk è interpretato da Rock Hudson, Lauren Bacall e da una magnifica Dorothy Malone.

Sabato 26 giugno '10
Un marito per Anna Zaccheo di Giuseppe De Santis, 1953 75 minuti

La bellissima Anna Zaccheo tenta di trovare un posto nella società maschilista del dopoguerra ma la sua bellezza la ostacola. Giuseppe De Santis elabora il modulo della sceneggiata napoletana e firma un manifesto femminista in piena regola.

Sabato 3 luglio '10
Un sogno lungo un giorno di Francis Ford Coppola, 1982 107 minuti

Una coppia, stanca della propria routine sentimentale, decide di concedersi una notte di libertà a Las Vegas. Capolavoro maledetto di Francis F. Coppola, il film è il trionfo della luce e dei colori di Vittorio Storaro.

Sabato 10 luglio '10
La signora di tutti di Max Ophüls, 1934 97 minuti

Una diva del cinema sospesa tra la vita e la morte rivede tutta la sua vita. Film di produzione italiana del maestro Marcel Ophüls, è interpretato da una straordinaria Isa Miranda. Un ritratto femminile di sconcertante modernità.

Sabato 24 luglio '10
Carmen Jones di Otto Preminger, 1954 105 minuti

Otto Preminger rilegge in chiave jazz la Carmen, ambientando la vicenda in una base militare americana con un cast esclusivamente afroamericano. Dorothy Dandridge e Harry Belafonte sono i folgoranti interpreti di un film indimenticabile.

Sabato 31 luglio '10
La schiava del peccato di Raffaello Matarazzo, 1954 100 minuti

Una donna caduta in disgrazia viene accusata di furto. Costretta a difendersi rievoca la sua vita sventurata. Raffaello Matarazzo cantore della dignità femminile, realizza uno struggente inno di una donna sconfitta dalla grettezza maschilista.


Sabato 7 agosto '10
M. Butterfly di David Cronenberg, 1993 101 minuti
Un diplomatico francese s'innamora perdutamente di una diva dell'opera cinese, accecato dal proprio desiderio. David Cronenberg firma il suo capolavoro teorico e politico con un film misterioso e sensuale.

Sabato 14 agosto '10
Anna di Alberto Lattuada, 1951 107 minuti

Anna è una suora che lavora infaticabile in un ospedale. Lasciatasi il proprio passato alle spalle, un giorno si trova costretta a ripensare a tutte le sue scelte. Capolavoro di cinema d'appendice cucito addosso a una magnifica Silvana Mangano.

Sabato 21 agosto
Le occasioni Rosa di Salvatore Piscicelli, 1981 90 minuti

Opera seconda di Salvatore Piscicelli che intreccia violentemente neorealismo e sceneggiata in questo film crudo, violento e disperato all'ombra di una Napoli ferita a morte. Un capolavoro purtroppo dimenticato del cinema italiano.

Sabato 4 settembre '10
Veronika Voss di Rainer Werner Fassbinder, 1982 104 minuti

Ultimo film di Rainer W. Fassbinder. Un'attrice caduta in disgrazia a causa dei suoi rapporti con il nazismo finisce nelle mani di una psichiatra che la sottomette con gli psicofarmaci. Un giornalista tenta di salvarla. Il racconto di un paese distrutto inscritto nella parabola di una donna.

Per tutte le informazioni: VAI AL SITO DEL GAY VILLAGE

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA