questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Film in uscita

22/10/2009

Uscite a pioggia. Sono nove i nuovi titoli ai nastri di partenza. Dalla serie facciamoci del male, perché il mercato non può realisticamente supportarli tutti. Comunque good luck. A cominciare - è d'obbligo - da chi si sposa. Anche se Oggi Sposi di Luca Lucini, almeno sulla carta è il film che forse ne ha meno bisogno. Storia frizzantina che copre la vigilia di quattro coppie di diverse estrazioni sociali, e cast all star (Argentero, Nigro, Crescentini, Montanari, Atias, Placido, Pozzetto), con alcune memorabili caratterizzazioni, vedi Placido cafone pugliese, o lo sposino al viagra Pozzetto. Facile prevedere un box office milionario. Altra commedia tutta da ridere quella di Bruno, l'ennesimo travestimento del comico Sacha Baron Cohen, quello di Borat per intenderci. Che gioca, anche questa volta, su una comicità provocatoria, demolendo molti luoghi comuni. Bruno è un giornalista austriaco di moda, molto gay, che si trasferisce in America in cerca di fortuna. Sempre sul piano della fortuna da segnalare l'uscita, in poche sale, del documentario L'incredibile viaggio della tartaruga del regista e biologo Nick Stringer, che racconta il viaggio durissimo - solo una su mille ce la fa - delle tartarughe dalla Florida all'Artico. Non è stato invece molto fortunato l'attore Heath Ledger, morto a soli 29 anni, il cui ultimissimo film, interpretato solo in parte, Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo, diretto da Terry Gilliam, esce venerdì, dopo un'anteprima al Festival di Roma. Per portare a termine il film c'è stata una vera e propria gara di solidarietà tra star, che ha visto una staffetta di Johnny Depp, Colin Farrell e Jude Law, ognuno sviluppando una parte della personalità del protagonista, il dottor Parnassus l'uomo che pensava di aver ingannato il diavolo. Va piuttosto male anche ai protagonisti di Lebanon, il film israeliano che ha vinto il Leone d'Oro al Festival di Venezia. Quattro ragazzi poco più che ventenni che si ritrovano da un giorno all'altro, e senza nessuna esperienza, sbattuti al fronte, all'interno di un carro armato - l'effetto claustrofobico è assicurato - che va a finire dietro le linee nemiche. Un film potente, dal forte messaggio pacifista. Decisamente epico invece e in formato colossal La battaglia dei tre regni di John Woo. Ambientata nel 208 dopo Cristo, la pellicola immortala le leggendarie battaglie che avvennero per unificare la Cina allora suddivisa in molti stati in guerra fra loro. Più che con l'augurio di buona fortuna, andrebbe invece accompagnata con quello di buon appetito la commedia Julie & Julia, di Nora Ephron, reduce dalla presentazione al Festival di Roma, con protagonista la grande Meryl Streep nel ruolo della chef e scrittrice (ovviamente di libri di cucina) Julia Child, la donna che ha insegnato agli americani le raffinatezze della cucina francese. A proposito di raffinatezze Io, Don Giovanni di Carlos Saura ricostruisce liberamente la figura del libertino veneziano Lorenzo da Ponte, esiliato a Vienna, dove consoce Mozart diventando l'ispiratore di una delle sue opere più potenti: il Don Giovanni.

Scritto da ADMIN
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA