questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Fausto Brizzi

07/02/2007

Intervista a Fausto Brizzi per Notte prima degli esami, oggi

Ritornano Luca Molinari e i suoi amici. Sono i protagonisti di Notte prima degli esami, uscito un anno fa e diventato un cult tra i ragazzi e non solo. In Notte prima degli esami, oggi sono passati vent'anni ma la situazione è sempre quella: affrontare un momento difficile e delicato per ogni adolescente, gli esami di maturità, la fine dei quali segna il momento che separa la vita con l'entrata nel mondo degli adulti. Ora siamo nel 2006, ci sono i telefonini e abbiamo vinto i Mondiali di calcio.

Aveva sempre pensato di fare un 'newquel', ovvero la medesima situazione vent'anni dopo oppure l'idea di un seguito l'ha sfiorata? E perché ha scelto la prima opzione?

L'idea di base era proprio quella di non fare un sequel. Di non fare un sequel classico perlomeno. Volevamo fare un prodotto che fosse autonomo e che si portasse dietro tutte le cose positive del primo rinnovandolo. L'idea di fare vivere gli stessi personaggi nel 2006 ha affascinato da subito sia noi sceneggiatori che la produzione che ci ha seguito in questa idea. E così è nata l'avventura di Notte prima degli esami, oggi. Nei fumetti non è una novità prendere i personaggi e posporli di epoca mentre nel cinema io credo di non averlo mai visto. Anzi, se qualcuno lo ha visto fare, se me lo segnala gliene sarò grato e divertito.

La situazione è la medesima ma dal 1989 al 2006 sono passati vent'anni  e sono arrivati i telefonini, gli sms, abbiamo vinto i Mondiali, è cambiato tutto...

La sfida era proprio questa. Raccontare cosa sarebbe successo ai personaggi di Notte prima degli esami se invece di affrontare gli esami di maturità nell'89 l'avessero fatta nel 2006. E le storie cambiano completamente, a parte il set-up dei personaggi, non si ritroverà nessuna delle storie del primo. Ci sono dei personaggi nuovi, ci sono dei media nuovi. C'è un uso smodato - come fanno i ragazzini oggi - del telefonino, delle chat, delle webcam, della tecnologia. C'è un rapporto simbiotico tra i giovani di oggi e la tecnologia, utilizzata sempre in maniera comica nel film, e anche romantica. Perché l'unica cosa che rimane davvero invariata è il tono del film. Un romanti-comico. 

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA