questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Fausto Brizzi

13/02/2006

Notte prima degli esami
Regia di Fausto Brizzi con Giorgio Faletti, Cristiana Capotondi, Nicolas Vaporidis
01 Distribution, commedia
Notte prima degli esami è una commedia corale e generazionale, un "come eravamo" tenero, romantico ma anche decisamente buffo. Come la vita. I giovani protagonisti del film amano, soffrono, si divertono e crescono. Inconsapevoli di essere alla fine di un decennio, gli anni '80. E' un film sulla scuola anche se quest'ultima non si vede mai ma è sempre presente. E' estate, ci sono gli esami di maturità da preparare e il film racconta le (dis)avventure di un gruppo di amici alle prese con lo studio, l'amore, i genitori e i professori. L'omonima canzone di Venditti, fonte d'ispirazione del film, completa una ricca colonna sonora.

Fausto Brizzi

Notte prima degli esami è il suo esordio nel lungometraggio. Brizzi lei è del 1968, quindi negli anni ottanta aveva l'età, più o meno, dei protagonisti del suo film. Cosa c'è di autobiografico?

C'è molto di autobiografico. Il film è ambientato nel 1989, nei quindici giorni estivi che precedono l'esame di maturità. Io ho fatto la maturità nell'87 quindi possiamo dire che è la mia maturità. Le due persone che hanno scritto la sceneggiatura insieme a me sono più o meno coetanei di conseguenza tutti siamo cresciuti in quegli anni e abbiamo ricreato molte scene, molti episodi in sintonia con l'epoca.

Che cosa hanno significato per lei gli anni ottanta, in particolare, paragonandoli al nostro presente, ai giovani di oggi e quelli di allora?

Girando il film con un cast di ventenni mi sono accorto che quello che avevamo messo in sceneggiatura era assolutamente attuale e vero, in quanto i ragazzi degli anni ottanta e quelli di oggi hanno alcune priorità comuni e immutate nel tempo. Ai giovani interessa divertirsi, fare sesso, insomma esattamente le stesse cose che interessavano a me e ai miei amici cambia però tutto l'apparato intorno. Il citofono degli anni ottanta è stato sostituito dagli sms… per il resto i ragazzi sono esattamente gli stessi.

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA