questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Fa’ la cosa sbagliata - Intervista a Jonathan Levine

Interviste

27/08/2009

"L'idea per Fa' la cosa sbagliata - The Wackness è nata quando mi è venuta in mente la storia di qualcuno che scambiava delle droghe leggere con ore di analisi. Mi divertiva immaginare la storia di un ragazzo appena uscito dal liceo che andava dallo psichiatra, pagando il tempo dell'analisi con bustine di marjuana." Il regista Jonathan Levine racconta così il suo secondo film, distribuito dalla Fandango di Domenico Procacci. Una pellicola interessante e divertente, ambientata nella New York degli anni Novanta in cui un liceale un po' depresso e solitario, alla ricerca, come tutti i ragazzi della sua età, di una storia di sesso e di amore incontra uno psichiatra interpretato da Ben Kingsley che attraversa una quieta crisi matrimoniale e personale, apparentemente, senza uscita. Interpretato da Josh Peck, Famke Janssen, Olivia Thirlby, Mary-Kate Olsen e Jane Adams il film - che potrebbe essere considerato una sorta di prequel emotivo ed ideale di American Beauty - racconta la storia di un liceale che nell'estate del diploma si dedica alla sua attività di spacciatore di droghe leggere e acidi, obbligato dagli eventi a confrontarsi con la propria solitudine psicologica e con i turbamenti di una sessualità ancora inespressa. La New York di metà anni Novanta è quella repressiva del sindaco Rudolph Giuliani che vive la sua estate torrida sotto una cappa di intolleranza. a causa di una serie affari andati a male. "Ho messo molto di me stesso in questo film: il ragazzo protagonista della storia mi assomiglia, mentre il personaggio interpretato da Ben Kingsley, in un certo senso, è una proiezione di me stesso in un futuro possibile o addirittura probabile se le cose della mia vita andranno in una certa direzione piuttosto che un'altra." Continua Levine che ha studiato per qualche tempo a Roma al punto da parlare discretamente l'italiano.

In un'era cinematografica dominata da un certo machismo è interessante notare come la storia d'amore del protagonista risulti in un certo senso molto poetica...

C'è un periodo della tua vita che vivi, necessariamente, con il cuore infranto. E' questo tipo di esperienza che ti fa crescere e diventare uomo. Il personaggio di Stephanie nasce dalla fusione di aspetti differenti di tre ragazze molto importanti che hanno segnato la mia vita. Del resto, spesso, quando vediamo film con protagonisti maschili, i ragazzi sono in genere 'gli aggressori': una situazione sicuramente non vera per quanto concerne la mia esperienza personale. Gli uomini sono spaventati esattamente quanto lo sono le donne, se non, addirittura, di più ed è questo tipo di situazione quella che ho voluto riflettere nel mio film.

Luke, il protagonista, è anche un ragazzo molto solitario: una condizione che si addice abbastanza alla realtà degli adolescenti di oggi rispetto allo stereotipo cinematografico e televisivo...

Nel mio lavoro mi interessano molto i personaggi un po' soli ed isolati dal resto del mondo, perché mi sembrano essere molto veri e realistici. C'è un momento in cui tutti quanti noi ci sentiamo così nella nostra vita, soprattutto quando siamo alle scuole superiori, perché quello è il momento in cui davvero iniziamo a capire chi siamo e a conoscerci un po' di più. Non importa se hai molti amici o meno, credo che a quell'età tutti vivano la sensazione di trovarsi soli al mondo, perché non sai chi sei e ti trovi ad essere soltanto una vittima della mentalità di gruppo per la quale non sei ancora preparato non trovandoti ad avere la sufficiente forza individuale per superarla. New York, da questo punto di vista, è 'socialmente' molto opprimente e, a quell'età, è molto complesso sviluppare un pensiero personale rispetto a ciò che sei davvero. Inoltre, il liceo è spesso raccontato come un'esperienza molto divertente e indimenticabile. Certamente questa non è stata la mia esperienza: il divertimento è semmai quello che arriva dopo nella tua vita.

 


Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA