questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Emmerich basta con il catastrofico, mi dedico a Shakespeare

Attualità

25/02/2010

Fresco dal successo planetario del suo ultimo apocalittico 2012, Roland Emmerich è pronto a tornare sul set per lavorare ad un film sul Bardo, William Shakespeare, con una pellicola intitolata Anonymous. Emmerich abbandona - e sembra intenzionato a farlo per parecchio tempo cataclismi e disastri - lasciando il CGI per il live action. Anonymous riporta in auge una teoria che circola negli ultimi cento anni riguardo a Shakespeare e alle sue opere, ovvero chi veramente le abbia scritte… secondo alcuni studiosi dietro il genio c’era Edward de Vere, il 17th Conte of Oxford. Il regista ha reso noto il cast che interpreterà il film. “Abbiamo Vanessa Redgrave come Regina Elisabetta - ha affermato Emmerich - David Thewlis è il Barone William Cecil, mentre il giovane e vecchio Conte sarà impersonato da Rhys Ifans. E’ un cast tutto inglese e ne sono profondamente fiero dato che da sempre penso che siano i migliori attori al mondo. Ci sono altri 12 personaggi importanti e circa un’altra trentina di contorno, e vi assicuro che sono tutti estremamente bravi. Non ho scelto questi attori solo perché si tratta di una vicenda, ovviamente, profondamente inglese ma perché sono davvero stato rapito dalla loro professionalità e dal loro talento”. Il Gallese Ifans che interpreterà il protagonista, la figura chiave di questa misteriosa, intrigata e bizzarra vicenda si è a lungo documentato prima sul Conte di Oxford, scrittore, poeta, artista, cresciuto sotto l’influenza  - anche se mai resa pubblica - di Robert Cecil (interpretato da Edward Hogg), il Segretario di Stato della Regina Elisabetta, un uomo dal ruolo chiave rispetto alla politica del Paese e che avrebbe profondamente inspirato la figura di Polonio in Amleto. “Anonymous è un mix di molte cose, è un thriller storico perché incentrato sulla successione al trono di Elisabetta e sulla ribellione della contea dell'Essex, attraverso cui scopriremo perché i drammi dell'autore sono stati in realtà scritti da qualcun altro. Da una parte ci sono i Tudor e dall’altra c’è Cecil e, tra di loro, la Regina. Attraverso la Storia noi raccontiamo di come le opere del Conte di Oxford finirono firmate William Shakespeare”. La pellicola tratta di una vicenda ancora non chiara, di una cospirazione letteraria in un momento storico molto particolare, un materiale inaspettato da un regista d’azione come Emmerich che, però da otto anni sta pensando a questo progetto. Le riprese inizieranno a marzo a Berlino.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA