questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

E la chiamano estate, fischi in sala e in conferenza per il film in concorso a Roma 2012

Attualità, Conferenze stampa, Personaggi

14/11/2012

(Roma) Dino e Anna sono una coppia da diversi anni. Una coppia anomala se si pensa al fatto che non hanno mai avuto alcun tipo di rapporto intimo. Il suicidio del fratello ha infatti segnato profondamente Dino, che da quel momento in avanti non è in grado di affrontare in altro modo il rapporto con la donna che ama, se non cercando rapporti extraconiugali con delle prostitute e dedicandosi agli scambi di coppia. Anna dal canto suo, pur sentendosi annullata come donna, non può far a meno di sentirsi l’unica per lui…

Altro film italiano in concorso in questo settimo Festival di Roma, E la chiamano estate diretto da Paolo Franchi è stato protagonista di una mattinata davvero particolare.

Proiezione stampa animata da fischi ripetuti e risate, oltre che dall’abbandono a proiezione in corso di molti giornalisti, seguita da una conferenza stampa di fuoco. Il regista, accompagnato dai protagonisti Isabella Ferrari, Jean Marc Barr, Luca Argentero, Filippo Nigro ed Eva Riccobono, non ha accolto con particolare fair play l’accoglienza della stampa, levatasi in un coro unanime di dissenso davanti al paragone di questa pellicola con quel Shame che lo scorso anno ha conquistato Venezia.

L'arte e' egoista per definizione, percio' non puo' piacere a tutti, ed e' giusto che sia cosi”, ha risposto piccato alle numerose critiche.

A raccontare qualcosa di più della pellicola – obiettivamente indifendibile - è stata solo Isabella Ferrari.

“Considero questo un film d’autore – ha dichiarato l’attrice – quando Paolo me lo ha proposto un anno fa mi sono confrontata moltissimo con lui prima di uscire. Non ho costruito nulla, come invece mi si chiede di fare di solito. Paolo è stato bravissimo nel guidarmi, non ho mai provato angoscia soprattutto nelle numerose scene di nudo e la considero quindi una grande esperienza nel mio percorso artistico”. Realizzato con il patrocinio tra gli altri del Mibac e di Apulia Film Commission, E la chiamano estate verrà distribuito il prossimo Giovedì da Officine Ubu.

A difendere il lavoro del regista è stata la produttrice Nicoletta Mantovani: “ Noi produttori abbiamo il dovere di credere in determinati progetti come io ho fatto con questo. Credo però che sia anche dovere della stampa, difendere il nostro cinema e non si può arrivare ad una conferenza stampa come se fossimo in una fossa dei leoni”.

Scritto da Manuela Blonna
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA