questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

E’ ‘Giallo’ per Dario Argento e Adrien Brody denuncia i produttori del film

Attualità

19/10/2010

Proprio in questi giorni ci è arrivata la notizia che l’ultimo thriller del Maestro dell’horror Dario Argento, Giallo con protagonista Adrien Brody, presentato al 30° FantaFestival di Roma e al 56° Taormina Film Fest e mai arrivato nelle sale uscirà il 3 novembre in Dvd. Ambientato a Torino, la stessa città che ha fatto da sfondo ad un capolavoro come Profondo Rosso, Giallo è un serial killer che rapisce e tortura a morte le sue vittime, spesso bellissime top model. Sulle sue tracce c’è l’ispettore Enzo Avolfi, un uomo cupo e dal misterioso passato, affiancato da Linda, sorella di una delle presunte vittime.

Il Maestro Dario Argento incontrerà pubblico e stampa a Milano il 1 novembre e a Roma il 2 novembre. Coloro che acquisteranno il DVD/BD di Giallo avranno in omaggio la T shirt del film e la possibilità di ricevere un autografo.

Dal 3 novembre disponibile in vendita in DVD e BLU-RAY
-Edizione disco singolo (contenuti extra: Trailer Originale e Trailer Italiano)
-Edizione Blu Ray (contenuti extra: Trailer Originale e Trailer Italiano)
-Special Edition a tiratura limitata 2 dischi (oltre 100’ di contenuti extra inediti: Trailer
Originale, Trailer Italiano, Giallo dietro le scene, Marco Werba: la musica di Giallo, Torino Magica, Masterclass con Dario Argento)

Ma ci sono guai in vista, dato che oggi l’Hollywood Reporter fa sapere che l’attore Adrien Brody ha fatto causa ai produttori del film perché dice di non essere mai stato pagato per questo suo lavoro, visto che l’uscita in Dvd è prevista anche negli USA. La prestigiosa testata segnala che l'attore ha denunciato i produttori del film chiedendo tre milioni di dollari di danni, sostenendo che questi gli hanno mentito per convincerlo a non abbandonare il set del film (demolito dalla critica e mai uscito nei cinema americani) durante le riprese.

Brody aveva firmato un contratto "pay or play" (per il quale un attore deve essere pagato anche se la pellicola non si fa) per interpretare il protagonista del film di Dario Argento, ma a riprese già in corso aveva scoperto che la produzione aveva un budget molto più ridotto di quanto gli era stato comunicato e che i produttori non avevano versato la garanzia di 640mila dollari. A quel punto, l'attore aveva fatto i bagagli, ma era tornato sulla sua strada quando aveva saputo che il film aveva ottenuto liquidità grazie alla vendita dei diritti di distribuzione italiani, che aveva fruttato due milioni di dollari. I produttori avrebbero poi chiesto a Brody di firmare un nuovo accordo nel quale rinunciava alla garanzia di 640mila dollari, continuava a recitare nel film e acquisiva il diritto assoluto di fermare l'utilizzo della sua immagine finché non veniva pagato.

Nella querela depositata giovedì alla Corte Federale in California, Brody spiega di non essere mai stato pagato, e di aver scoperto che la storia del denaro ottenuto dalla vendita dei diritti era falsa. Secondo l'attore, inoltre, quando ha provato a esercitare il suo diritto di fermare la distribuzione del film, i produttori lo avrebbero ignorato dicendo che non avrebbe ottenuto un centesimo. Ora Brody vuole una ingiunzione permanente contro la distribuzione del film, e i 640mila dollari che la produzione gli deve, oltre a due milioni di dollari per violazione contrattuale, violazione del fair dealing, frode e appropriazione indebita della sua immagine.

Giallo è distribuito in Home Video negli USA da Maya Entertainment, e in italia da Dall'Angelo Pictures.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA