questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Due poliziotti fuori di testa!

Attualità

16/06/2010

Quando i fan di Kevin Smith – l’autore di Clerks del 1994 – hanno saputo che girava un blockbuster con Bruce Willis e Tracy Morgan (foto a sinistra) si sono divisi tra insulti e applausi. Eppure vi possiamo assicurare che Poliziotti fuori – Due sbirri a piede libero, in uscita il 25 giugno per la Warner Bros., è un film davvero estremamente divertente. Certo, occorre amare il genere, tra il demenziale, la buddy-comedy e una trama da poliziesco classico rimescolata con trovate allucinanti e, se anche la pellicola non entrerà nella storia del cinema, lo spettacolo è assicurato. La sceneggiatura veramente piena di battute folgoranti -  e complimenti a chi ha adattato i dialoghi in italiano perché sicuramente è stata una operazione tutt’altro che semplice -  sembra opera di Smith e invece è stata scritta Robb Cullen & Mark Cullen. Bruce Willis è perfetto nel ruolo del poliziotto Jimmy Monroe, cool, calmo, rilassato ovvero la mente della coppia dato che Tracy Morgan (popolare comico negli Usa) è invece Paul Hodges, istintivo, tenerone, stupidotto e ossessionato dal fatto che sua moglie lo possa tradire in ogni momento. Fanno coppia da nove anni e sono i poliziotti più anticonformisti del NYPD (New York Police Department), visti i loro metodi, diciamo molto ‘stravaganti’. Ad esempio ai due piace fare siparietti cinematografici interpretando scene con dialoghi presi da film famosissimi. E, chiaramente, sono odiati dai due bravi ma incapaci colleghi: Kevin Pollack che interpreta Hunsaker e il bel Adam Brody ovvero Barry Mangold (foto sotto).

Il tutto gira intorno al fatto che la figlia di Jimmy sta per sposarsi, lui è separato e l’antipaticissimo nuovo compagno della moglie vorrebbe pagare questo matrimonio da favola dato che sa che il poliziotto è squattrinato. Jimmy decide allora di vendere la sua amatissima Pafko del 1952, una preziosa figurina di un campione di baseball che gli ha regalato il padre e che al giorno d’oggi ha un discreto valore per i collezionisti. Peccato che nel momento in cui va a venderla viene rapinato, mentre il collega Paul è al telefono cercando di capire dov’è sua moglie e non si accorge di nulla. Il ladro è un pazzoide/burlone di nome Dave (un grande Seann William Scott foto sotto) che diventerà amico dei due anche se, nel frattempo, una terribile gang di malavitosi messicani che gestiscono il giro della droga a New York si è messa sulle loro trace. Il loro boss, Poh Boy (Guillermo Díaz) è uno schizzato pericoloso, fanatico del baseball e vuole la Pafko ad ogni costo. A questo punto tutto diventa più complicato e non sarà facile per i due amici recuperare il prezioso oggetto, sgominare la banda e organizzare il matrimonio.

“Un giorno mi arriva una sceneggiatura – afferma Kevin Smithintitolata A Couple of Dicks e qualche giorno dopo una mail di Jeff Robinov, capo della Warner, che mi chiede: “Che te ne pare?”. Io gli ho risposto che la trovavo molto divertente e non capivo se lui voleva che modificassi la sceneggiatura o se dovessi aggiungere battute o altro. Mi ero anche proposto nella parte di Dave, il ladro, perché è un personaggio agilissimo che salta sui tetti delle case e da una finestra all’altra. Quindi trovavo divertente che un ciccione come me facesse cose simili. Invece Jeff mi proponeva di dirigerla. Non so perché la cosa mi abbia tanto sorpreso, io di mestiere sono proprio un ‘fottuto’ regista. E così è iniziata l’avventura”. “L’unica cosa che mi preoccupava – continua Smithè che Cop Out – ad un certo punto hanno cambiato il titolo originale pensando che fosse troppo goliardico – è una commedia action. Mentre per me un film è sempre stato macchina da presa fissa e un diluvio di parole. Qui il diluvio di parole non manca ma la macchina non sta ferma un attimo, tra inseguimenti, sparatorie, e vite famigliari molto movimentate. Come sapete ero impiegato in una videoteca, per cui durante l’orario di lavoro i film non li guardavo, ma li ascoltavo. E il dialogo è diventato la molla di tutto, anche dell’azione”. Ricordiamo che oltre al cult Clerks del 1994, Smith ha diretto: Generazione X, In cerca di Amy, Dogma, Jay & Silent Bob... fermate Hollywood!, Jersey Girl, Clerks II, Zach and Miri Make a Porno.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA