questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Disconnect di Henry Alex Rubin Fuori Concorso a Venezia!

Attualità

04/09/2012

Disconnect fonde molteplici storie che parlano di persone alla ricerca di legami umani nel mondo sempre connesso di oggi. Intense, strazianti e toccanti, le storie si intersecano con colpi di scena, che mettono a nudo una realtà scioccante nel nostro uso quotidiano della tecnologia che, facendo da mediatrice, definisce i nostri rapporti e, in fin dei conti, le nostre vite”.

Viene presentato in questi giorni alla Mostra del Cinema di Venezia, nella sezione Fuori Concorso, Disconnect, diretto da Henry Alex Rubin e che in Italia verrà distribuito nel 2013 dalla FilmAuro di Luigi e Aurelio De Laurentiis.

Un lungo excursus su come la tecnologia stia cambiando la società attuale: I social network, le chat, tutti espedienti che in teoria dovrebbero favorire la comunicazione e l’interazione tra individui, ma che in realtà ci separano, ci disconnettono più che mai.

“Volevo raccontare il paradosso di questi tempi, quanto siamo vicini eppure più distanti che mai – spiega Rubin - ho usato un approccio familiare, dando ad ogni attore la possibilità di avvalersi di un’interfaccia, persone che nella vita reale avevano avuto un percorso simile a quello del personaggio. Quello che mi interessava era riprodurre la naturalezza dell’assurdo e per la prima volta ero eccitato all’idea di essere libero, non alla mercé della docu-realtà”.

Nel cast Jason Bateman, Hope Davis, Paula Patton, Alexander Skarsgard, e Andrea Riseborough.

Alla stampa la pellicola è particolarmente piaciuta, definita da più parti,‘sorprendente e senza troppi virtuosismi’.

“ I miei personaggi ce la mettono tutta per allontanare la solitudine e coprire il dolore – conclude il regista - Tutti ci siamo sentiti soli qualche volta, è un fatto universale. E se sempre più persone usano la tecnologia per sentirsi legati a qualcuno, a volte lo fanno a spese di chi è seduto loro accanto. Ho sempre fatto documentari che considero lettere d’amore ai miei soggetti. Disconnect è una lettera d’amore a chi si sente imperfetto e umano”.

 

Scritto da Manuela Blonna
Tag: venezia 69
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA