questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Dinoia apre gli Incontri del Cinema d’Essai di Mantova

Attualità, Personaggi

06/10/2015

Matteo Garrone, Maria Sole Tognazzi, Ivano De Matteo, Alessandro Borghi, Paolo Fresu, Ondina Quadri sono tra gli artisti che riceveranno il Premio FICE per un anno di cinema d’essai, nel corso della XIV edizione degli Incontri del Cinema d’Essai inaugurati oggi a Mantova e in programma fino a giovedì 8 ottobre. In apertura il Presidente FICE Domenico Dinoia ha rivendicato orgogliosamente il ruolo importante delle sale di qualità. 

“L’esercizio cinematografico d’essai è indispensabile per il successo del cinema italiano ed europeo di qualità. Il sostegno pubblico per le sale non è quindi un mero aiuto, ma un investimento per la diffusione della produzione italiana e uno strumento essenziale per l’efficace funzionamento dell’intero sistema cinema. L’auspicio è che nell’annunciato provvedimento di riordino del settore si tenga conto del ruolo della sala, anche come presidio culturale e sociale nei centri cittadini”. 

“Il nuovo provvedimento - ha aggiunto - dovrà porsi anche l’obiettivo di potenziare l’educazione all’immagine: occorre formare il pubblico di domani e perché questo avvenga si deve stringere un’alleanza stretta con il mondo della scuola, anche introducendo una lezione di cinema”. Dinoia ha inoltre sottolineato la risposta estremamente positiva alla manifestazione, sia da parte degli operatori, arrivati a quasi 600, sia da parte del pubblico di Mantova che ieri sera ha seguito numeroso l’anteprima del film A perfect day, una produzione spagnola diretta da Fernando León de Aranoa con un cast internazionale formato da Olga Kurylenko, Benicio Del Toro, Tim Robbins che racconta la vita e il lavoro in Bosnia di alcuni cooperanti internazionali negli ultimi giorni della guerra dei Balcani.

La premiazione, che si svolgerà nella serata di mercoledì 7 ottobre al Teatro Bibiena, sarà presentata dal giornalista Maurizio Di Rienzo e vedrà protagonisti i realizzatori e gli interpreti dei film di qualità maggiormente apprezzati nel corso dell’anno. Garrone, regista affermato a livello internazionale con film come L’imbalsamatore, Reality e Gomorra, è quest’anno tornato in sala con Il racconto dei racconti. Maria Sole Tognazzi, nei cinema in questi giorni con Io e lei, dopo l’apprezzato film, uscito due anni fa, Viaggio sola. De Matteo regista di film come I nostri ragazzi, Gli equilibristi e La bella gente uscito recentemente nelle sale.

Ad essere premiato come attore dell’anno è Alessandro Borghi, interprete di Non essere cattivo, film candidato all’Oscar per l’Italia, e Suburra, dal 14 ottobre nelle sale. Ondina Quadri, interprete del film Arianna di Carlo Lavagna, riceverà il premio come attrice emergente dell’anno.

Premio speciale al musicista Paolo Fresu per il “felice connubio tra Musica e Immagini” nel film Torneranno i prati di Ermanno Olmi.

Per il recupero dei Classici del Cinema verrà premiato Gianluca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna mentre come distributore d’essai dell’anno il premio va a Stefano Jacono di Movies Inspired.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA