questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Dietro le quinte di Transformers 4 - l’Era dell’Estinzione

Attualità, Featurette, Personaggi

01/07/2014

L’estate cinematografica 2014 è in attesa di Transformers 4 - L’Era dell’Estinzione, il nuovo film ricco di azione ed effetti speciali diretto da Michael Bay, che racconta le nuove avventure della saga robotica di successo, iniziata con il primo Transformers nel 2007. Atteso nelle sale italiane il prossimo 16 Luglio 2014, il film inizia dopo la folle battaglia tra Autobot e Deception, che si è svolta a Chicago nell’ultimo terzo capitolo. Dopo la devastazione dello scontro, i Transformers sembrano essere scomparsi, ma le autorità cercano senza sosta possibili focolai extratterestri, fino a quando un semplice meccanico ritrova Optimus Prime in un garage. Mentre quest’ultimo si riprende, grazie al coinvolgimento di nuovi protagonisti, tra cui Mark Wahlberg, una nuova potente minaccia prende di mira la Terra e una nuova battaglia è dietro l’angolo. 

Lo script del film è stato realizzato da Ehren Kruger e prevede il ritorno di alcuni robot storici come Bumblebee e Ratchet, ma anche l’introduzione di nuovi nemici, tra cui i famosi Dinobot. Non è difficile immaginare la massiccia presenza di effetti digitali e visivi in questo nuovo film, curati anche questa volta da Industrial Light & Magic. Per la prima volta si utilizzano al cinema delle macchina da presa 4K IMAX 3D, del valore di un milione di dollari ciascuna e Michael Bay ha confessato di essere molto contento di aver girato il film in questo modo, anche perché risulta di una qualità molto superiore a qualsiasi film convertito in post-produzione. La maggior parte delle scene sono realizzate tra gli Stati Uniti e la Cina, in particolare ad Hong Kong. E le numerose sequenze d’azione coinvolgono ogni tipo di mezzo di trasporto, dai traghetti agli elicotteri, anche se  le vere protagoniste sono le automobili come la Camaro e la Corvette, sempre più colorate e modificate per il film. Le varie case automobilistiche hanno fatto la fila fuori dagli uffici di Michael Bay per avere una inquadratura del loro prodotto nel film. Il fumo, il fuoco e altri effetti cosiddetti pratici, sono stati incorporati il più possibile per risultare convincenti, mentre una gran parte degli effetti visivi è stata utilizzata per ricreare digitalmente le città, gli edifici e, a seconda della scena, c’erano dalle 4 alle 10 telecamere che riprendevano simultaneamente.

Per le animazioni dei robot i realizzatori hanno utilizzato invece l’animazione keyframe e il motion capture per rendere anche convincenti le varie acrobazie di quest’ultimi. Saranno ben 18 i personaggi robot di questo film, ridisegnati da zero, pur mantenendo riconoscibili quelli più amati dai fan della saga. Per quanto riguarda i personaggi in carne ed ossa, essi viaggiano a bordo di una nave aliena che gli permette di volare dagli Stati Uniti ad Hong Kong in appena 3 minuti e il fulcro del film è, in particolare, il rapporto che si crea tra i personaggi di Mark Wahlberg, Jack Reynor e Nicola Peltz.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA